A Cesena in vigore la nuova disciplina delle Ztl e delle Zru

comune-cesenaCESENA – Dal 1 febbraio è entrata in vigore la prima fase del rinnovo della disciplina delle Ztl (Zone a traffico limitato) e delle Zru (zone a rilevanza urbanistica), grazie alla quale sono state semplificate e snellite molte delle procedure previste.

Ridotte le tipologie di contrassegni

Come annunciato nelle scorse settimane, con essa vengono introdotte numerose novità, nel segno della semplificazione per i cittadini. Fra le più rilevanti, la riduzione delle tipologie di contrassegno, passate da 18 a 8. Si è deciso, infatti, di aggregare nella stessa tipologia le varie categorie di utenti con prerogative comuni: così, ad esempio, attività commerciali, imprese edili, organi di informazione, associazioni che fino a ieri avevano contrassegni diversi, ora avranno tutti il medesimo tipo di pass.

Le nuove tipologie di pass sono contraddistinte da una lettera (R per i residenti, A per le attività e le associazioni, S per i servizi e l’assistenza) e un numero che corrisponde ai minuti di sosta consentiti (0 = sosta non consentita; 30 = 30 minuti con disco orario; 60 = 60 minuti con disco orario). L’assenza della parte numerica indica la possibilità di sosta illimitata.

E’ stata resa più facile anche la predisposizione della documentazione richiesta per il rilascio dei contrassegni: ora basta una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che attesti i requisiti richiesti.

Semplificati e, in molti casi resi meno costosi, anche gli oneri economici legati ai contrassegni. Con la vecchia disciplina, per ogni tipologia di contrassegno oneroso erano previste 4 diverse tariffe in base alla classe di inquinamento (euro 0-3 e euro 4 e successivi) e alla potenza (inferiore o superiore a 100kw). Oggi, invece, a ogni tipo di contrassegno viene applicata una sola tariffa, che corrisponde a quella più bassa precedentemente in vigore. Così, per esempio, i residenti senza garage – che prima potevano pagare da un minimo di 90 euro a un massimo di 170 euro – ora pagano tutti, senza distinzione, 90 euro

Dovranno essere rinnovati anche i contrassegni con scadenza i prossimi anni

Da sottolineare che entro quest’anno si procederà con la sostituzione di tutti i contrassegni emessi in passato con quelli nuovi.

Per quelli in scadenza nel 2017 basterà rivolgersi allo Sportello Facile nei termini previsti per il rinnovo, vale a dire entro i 15 giorni successivi alla data di scadenza, con apposita comunicazione in cui si autocertifica il mantenimento dei requisiti richiesti per il 1^ rilascio e pagando (se dovuto) il relativo canone.

Invece, nel corso dell’anno il Comune comincerà a richiamare, con una comunicazione indirizzata ai titolari, i contrassegni pluriennali, con scadenza nei prossimi anni, per procedere anche al loro rinnovo secondo la nuova disciplina.

I contrassegni di questo gruppo che non risulteranno rinnovati entro il 31 gennaio 2018 saranno dichiarati decaduti.

Nessun contrassegno per i residenti che non hanno esigenze di sosta

Un’altra importante novità riguarda residenti, domiciliati e dimoranti del centro storico che non vogliano usufruire del diritto di sosta: da oggi non avranno più bisogno di chiedere un contrassegno specifico, ma basterà che presentino una semplice comunicazione attestante il possesso dei requisiti richiesti finalizzata all’iscrizione nella lista bianca di Icarus; questa iscrizione resterà valida per tutto il tempo in cui gli interessati manterranno i requisiti necessari per il permesso di accesso in ztl.

Grazie a questo meccanismo, anche i titolari dei contrassegni trarranno benefici. Infatti, con la nuova disciplina i residenti e assimilati con pass scaduto potranno transitare in ztl senza essere sanzionati da Icarus (cosa che invece accadeva finora). Rischieranno, comunque, di essere multati per la sosta.

Le novità nelle pratiche di rilascio

Proseguendo nell’esame delle modifiche rispetto al passato, cambiano anche alcune modalità di rilascio.

A ogni richiedente potranno essere rilasciati al massimo due contrassegni, anche nel caso in cui l’utente abbia diritto a pass di categorie diverse.

A ogni contrassegno potrà essere associata una sola targa.

Questi provvedimenti riguardano anche alcune categorie che finora avevano goduto di un trattamento diverso.

E’ il caso degli artigiani e degli addetti al trasporto e consegna delle merci che finora potevano ottenere fino a 3 pass, ognuno associato a due targhe, con pagamento per un solo veicolo.

Le cose cambiano anche per i residenti in Zru che possiedono il garage (e che finora hanno potuto ottenere un pass di sosta illimitata nei parcheggi a pagamento con indicate due targhe): con la nuova procedura dovranno dichiarare il garage e decidere per quale veicolo richiedere il contrassegno di sosta, come attualmente avviene per i residenti del centro storico.

Per quanto riguarda gli anziani over 65, tenuto conto delle particolari esigenze di questa categoria di utenti, ogni anziano residente in centro storico (che vive solo o in coppia con altro anziano) potrà ottenere due contrassegni, a ognuno dei quali associare un veicolo.

Altre novità entro l’estate

Entro l’estate sarà approntato il software che consentirà di gestire le pratiche di rinnovo dei contrassegni via web. Sempre entro l’estate è prevista l’introduzione del ticket di transito e sosta “entroinc’entro” destinato a quanti non hanno i requisiti per ottenere uno specifico contrassegno ma, per motivi personali, hanno bisogno occasionalmente di accedere in ZTL. Il ticket “entroinc’entro”, che potrà essere acquistato online al costo di 5,00 euro, consentirà, per il giorno di registrazione, di transitare in ZTL e di sostarvi con disco orario per 60 minuti negli spazi riservati ai residenti. L’acquisto di questo ticket è limitato a tre accessi mensili per targa registrata.

Fino ad allora per chi ha bisogno in via straordinaria di entrare in ztl, pur non avendo i requisiti, resta la possibilità di rivolgersi allo Sportello Facile per ottenere un permesso temporaneo secondo le modalità attuate finora.

Da sottolineare che NON rientrano in questo caso tutti quelli che transitano in ztl per raggiungere la farmacia di turno, lo studio di un pediatra o un’altra struttura dove sottoporsi a trattamenti sanitari. In questi casi, infatti, basterà compilare il modulo rilasciato dal farmacista o dallo studio medico e trasmetterlo allo Sportello Facile.

Artigiani di pronto intervento

I nuovi contrassegni destinati agli artigiani di pronto intervento consentono l’accesso esclusivamente dalle ore 7 alle ore 20. In caso di interventi urgenti fuori da questa fascia oraria (oppure se c’è la necessità di entrare in ztl con un ulteriore mezzo, oltre a quelli dotati di contrassegno) l’artigiano dovrà comunicare la cosa allo Sportello Facile entro i cinque giorni successivi allegando documentazione dell’intervento eseguito.

Piazza del Popolo e via Malatesta Novello

Con l’entrata in vigore della nuova disciplina Ztl, sono scattate anche nuove modalità di sosta e di transito in Piazza del Popolo e via Malatesta Novello.

Adesso in Piazza del Popolo è consentita la sosta di 15 minuti con disco orario SOLO per i residenti della piazza dotati di contrassegno, oltre che per le operazioni di carico e scarico merci.

In via Malatesta Novello il transito e la sosta sono consentiti solo ai residenti, dimoranti e domiciliati della via che ne hanno diritto. I residenti e assimilati pertanto non potranno transitare e sostare nelle altre vie della ztl .