Cesena: Scuole del Sacro Cuore in festa nel ricordo di don Ezio Casadei

Da 29 maggio all’1 giugno la manifestazione ai Giardini Pubblici e al Teatro Verdi. Martedì 30 maggio la presentazione del libro sul sacerdote con il vescovo Regattieri

don_ezio_casadeiCESENA – Non poteva esserci occasione migliore per presentare il libro su don Ezio Casadei della festa promossa dalle scuole che lui stesso ha contribuito a fondare e dove ha svolto l’attività di insegnante.

E’ in programma infatti per martedì 30 maggio alle 21 al Teatro Verdi, nell’ambito della manifestazione Festa dei libri e delle Rose 2017 promossa dalla Fondazione del Sacro Cuore, l’incontro pubblico di presentazione del libro “Don Ezio: una fede indomabile, un’amicizia fedele” pubblicato dalla casa editrice cesenate Alphaservice e curato da Raffaele Bisulli per ricordare il sacerdote scomparso nel febbraio 2015.

copertina_libroAneddoti, testimonianze, storie, riflessioni; questo volume non è appena una biografia sulla vita di don Ezio (negli anni ‘60 tra gli iniziatori del movimento di Comunione e Liberazione a Cesena e in seguito assistente diocesano della Fraternità di CL), perché contiene il racconto vivo ed entusiasmante di quella passione cristiana per il destino di ogni uomo che ardeva in lui e che ha contagiato centinaia di giovani cesenati e non solo.

Ospite d’eccezione della serata organizzata dalla Fondazione del Sacro Cuore e dal centro culturale Campo della Stella, sarà il vescovo di Cesena-Sarsina, mons. Douglas Regattieri; con lui interverranno anche mons. Ernesto Giorgi (vicario episcopale per l’economia), Carlo Tellarini (responsabile comunità di CL di Ferrara) e Raffaele Bisulli, autore del libro. L’ex alunno delle scuole Tommaso Acerbi eseguirà al pianoforte alcuni brani di Chopin e Schubert. Al termine dell’evento sarà consegnata a tutti gli intervenuti una copia omaggio del libro.

“Non ci interessa proporre il ricordo nostalgico di una persona scomparsa – commenta l’autore Raffaele Bisulli -, ma sottolineare come la storia di presenza cristiana di cui don Ezio è stato protagonista per tanti anni, continui ancora oggi in questa città. Don Ezio per i tanti che come me hanno avuto la grazia di conoscerlo da vicino e frequentarlo, è stato un esempio di passione cristiana per l’uomo, con una particolare attenzione e dedizione all’educazione dei giovani. I frutti che ha portato alla nostra comunità sono sotto gli occhi di tutti”.

La scelta di inserire la presentazione del libro all’interno della festa di fine anno scolastico è stata fortemente voluta dalla Fondazione del Sacro Cuore. “Don Ezio è tra i fondatori della nostre scuole che oggi contano oltre 500 alunni, dall’infanzia fino al liceo – sottolinea Ombretta Sternini, dirigente scolastico della Fondazione -; insieme alla nostra prima preside Paola Piraccini, don Ezio ha voluto fortemente quest’opera educativa offrendo la disponibilità sua e degli amici del movimento di CL a portare avanti l’esperienza avviata dalle suore della Sacra Famiglia. Una volta conclusa l’attività di insegnante di religione al liceo scientifico ‘Righi’, don Ezio per diversi anni ha continuato a svolgerla con i ragazzi della nostra scuola media. Il suo legame con i giovani era molto forte e intenso, a loro ha trasmesso la passione la bellezza”.

Non a caso, titolo di questa quarta edizione della Festa dei Libri e delle Rose è “Imparare dalla bellezza”. “Ogni giorno in classe insegniamo ai nostri ragazzi che la bellezza è la strada maestra di accesso alla verità e alla conoscenza – aggiunge Ombretta Sternini -, aiutandoli ad avere una comprensione sempre più ampia della realtà e sperimentando la bellezza che li circonda, dalla natura alla letteratura fino alla musica”.

Per informazioni sull’evento di martedì 30 maggio: 0547.29355 – cl.cesena@libero.it.

Il programma della Festa. Prende il via lunedì 29 maggio la Festa dei Libri e delle Rose 2017. Alle 16.30 ai Giardini Pubblici vengono inaugurate le mostre “WHAT – What’s Human About Technology?” e “HELP – Un Grido di Speranza” alla presenza di Mario Gargantini, docente di Fisica e giornalista scientifico. Alle 18 “Media FSC’s Got Talent” con danze, canti e musiche dei ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Alle 21 al Teatro Verdi “En attendant Godot”, rappresentazione teatrale del gruppo Skené2012 liberamente tratta dal dramma di Samuel Becket con la regia di Tiziano Mariani.

Martedì 30 maggio alle 17.30 ai Giardini Pubblici esibizione degli allievi di ginnastica artistica dell’Istituto “Renato Serra”, alle 18 “Com’è bello il mondo!”, momento espressivo degli alunni della scuola primaria con il coro diretto da Chiara Rocculi e le danze curate da Lucia Giunchi. Alle 21 al Teatro Verdi l’incontro “Don Ezio: una fede indomabile, un’amicizia fedele” con la presentazione del libro su don Ezio Casadei.

Mercoledì 31 maggio alle 18 al Teatro Verdi Mariella Carlotti, docente e critica d’arte, presenta “Piazza del Duomo a Firenze tra fede, storia e arte”. Alle 20.30 partecipazione al pellegrinaggio diocesano alla Madonna del Monte. Giovedì 1 giugno giorno di chiusura della Festa: alle 18 ai Giardini Pubblici “Hansel e Gretel”, momento espressivo dei bambini della scuola d’infanzia con la regia di Roberto Galvani, apertura mostre fino alle 21.

Per tutta la durata della Festa saranno presenti stand delle librerie Giunti e Via dei Ciliegi, di produttori del territorio e stand gastronomici.