Cesena, Scuola elementare di Martorano verso la ristrutturazione

Approvato il progetto preliminare. Via libera della Giunta anche comune di Cesena logoalla manutenzione straordinaria dell’istituto secondario di viale della Resistenza

CESENA – Prosegue l’impegno dell’Amministrazione comunale di Cesena sul fronte dell’edilizia scolastica. Appena prima della pausa natalizia la Giunta comunale ha dato il via libera ai progetti preliminari per la ristrutturazione della scuola primaria di Martorano e per la manutenzione straordinaria della scuola secondaria di primo grado di viale della Resistenza.

“L’intervento più sostanzioso, per un importo di 1 milione e 100mila euro – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – è quello previsto per rendere più sicuro e funzionale l’istituto scolastico di Martorano. L’edificio, costruito negli anni Trenta e poi ampliato una prima volta negli anni Settanta e poi negli anni Novanta, fino al 2012 ha ospitato al suo interno anche la scuola materna, poi trasferita nell’attigua, nuova struttura. Proprio grazie a questo trasferimento, si sono liberati nuovi spazi (circa 450 metri quadrati) che ora potranno essere utilizzati dalla scuola primaria, ma che prima vanno riqualificati e razionalizzati per adeguarli alle esigenze didattiche. Con questo intervento si aggiunge un importante tassello al polo scolastico della frazione, in attesa della costruzione della nuova palestra, di cui l’iter progettuale è stato avviato nell’estate scorsa”.

Il progetto preliminare approvato nei giorni scorsi mira a rendere l’edificio della scuola primaria più funzionale, ma anche a migliorarlo dal punto di vista strutturale ed energetico.

Per quanto riguarda l’aspetto funzionale, si procederà a riorganizzare gli ambienti interni, realizzando aule polivalenti, laboratori, nuovi servizi e una nuova mensa, oltre a nuovi servizi connettivi (corridoi, ripostigli, ecc.).

Al contempo, si procederà al miglioramento sismico della struttura. I lavori riguarderanno in particolare il consolidamento dei solai, per aumentarne la rigidezza, e il collegamento con le strutture verticali; con questi interventi l’edificio acquisirà il cosiddetto ‘comportamento scatolare’, rilevante al fine della prevenzione dei danni sismici.

In scaletta anche una serie di opere per migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio: verrà realizzato un ‘cappotto’ esterno e saranno sostituiti tutti gli infissi e i vetri. Saranno, naturalmente, mantenuti anche i pannelli fotovoltaici già presenti sulla copertura.

A completare il quadro dei lavori programmati, anche l’installazione di un ascensore interno (in sostituzione del servo-scala esterno) per il completo superamento delle barriere architettoniche: con il nuovo ascensore, infatti, anche il piano seminterrato diventerà pienamente fruibile da chi h difficoltà di deambulazione.

Molto più contenuti i lavori di manutenzione previsti per l’istituto secondario di viale della Resistenza. In questo caso, infatti, si tratta di eseguire il risanamento conservativo del calcestruzzo armato delle pensiline sulle facciate, la sistemazione della scala esterna, deteriorata in più punti, e il restauro dei parapetti e del muro centrale. Il costo complessivo preventivato è di circa 30mila euro.