Emilia Romagna News 24 quotidiano online, notizie ultim'ora

Cesena, Scout Street : scoperta e sequestrata auto senza assicurazione

La pattuglia in bici ferma un ciclomotore senza polizza: alla guida un ragazzo senza patente

CESENA – Si intensificano i controlli della Polizia municipale di Cesena – Montiano per verificare l’effettiva copertura assicurativa delle auto in circolazione. E per farlo un aiuto importante arriva dall’ausilio delle nuove tecnologie, come Scout Street, il sistema automatizzato con telecamera mobile installato sui veicoli della Pm. Infatti, oltre ai controlli su soste pericolose, grazie al collegamento con i server della Motorizzazione, il sistema Scout è in grado di accertare nel giro di pochi secondi, attraverso la lettura della targa, le condizioni del veicolo esaminato, a cominciare dalla regolarità di Rc Auto e revisione (ma può anche scoprire in tempo reale se si tratta di un veicolo di cui è stato denunciato il furto).

Dopo la fase di rodaggio, durante la quale ci si è concentrati sulle infrazioni della sosta, proprio nei giorni scorsi lo Scout Street ha individuato, per la prima volta, un’auto priva di assicurazione. Come previsto in questi casi, una volta rilevata presso i server della motorizzazione la mancata copertura assicurativa, è stata inviata una comunicazione al proprietario, invitandolo a presentarsi al Comando di Polizia Municipale con la documentazione relativa alla polizza assicurativa; in assenza del documento, è stata avviata la procedura di formale contestazione della violazione (la sanzione prevista è di 848 euro) e si è proceduto al sequestro del mezzo.

A questo proposito, si ricorda che, invece, per l’omessa revisione (obbligatoria dopo quattro anni dall’acquisto del veicolo, e poi ogni due) la multa è di 169 euro, mentre per chi circola su un veicolo sottoposto a sequestro l’importo è di 1.957 euro. Ma non c’è solo l’occhio elettronico di Scout Street a vigilare sul rispetto della normativa in materia di assicurazioni e revisioni. Infatti, gli strumenti in dotazione al Comando Pm consentono di fare le verifiche anche attraverso la lettura delle targhe per i veicoli che commettono le infrazioni accertate da Icarus.

Anche in questo caso il funzionamento è piuttosto semplice: la telecamera di Icarus “legge” tutte le targhe dei veicoli che passano e in un tempo variabile fra 1 e 3 secondi verifica se, secondo le banche dati del ministero dei Trasporti, sono in regola con furto, RCA e revisione. Nel caso in cui rilevi qualche irregolarità, il sistema manda un avviso al terminale e prepara l’invito ad esibire i documenti, o l’avviso alle pattuglie in zona di fermare il mezzo per controlli. Il sistema funziona anche di notte.

Ma, accanto alle nuove tecnologie si dimostrano ancora efficaci anche i sistemi tradizionali.

Lo dimostra quello che è successo qualche giorno fa quando, intorno alle 9.30, nel centralissimo Viale Carducci, la pattuglia in bici ha fermato un ragazzo di 23 anni alla guida di un ciclomotore. Dai controlli è risultato che il ciclomotore era senza assicurazione e senza revisione , ma anche che il conducente anche senza patente. Per il ventitreenne, oltre alla pesantissima sanzione amministrativa da 1.017 euro, con immediato sequestro del ciclomotore, è scattata anche la denuncia alla autorità giudiziaria per la guida senza patente, reato per il quale è prevista un’ammenda che può andare da 2257 euro fino a 9032 euro.

“Controlli sempre più attenti si rendono necessari – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi – a fronte dell’aumento dei casi di veicoli privi di assicurazione. Al di là del mancato rispetto del Codice della Strada, il fenomeno rischia di provocare conseguenze dannose anche per chi, pur essendo in regola, si trova coinvolto in incidenti con questi veicoli. Senza contare che l’evasione del pagamento della polizza assicurativa è uno dei fattori che contribuiscono innalzare i premi assicurativi. E’ quasi superfluo, infine, sottolineare che la revisione periodica garantisce la circolazione di mezzi più sicuri”.