Cesena, Quartiere Valle Savio

Via libera al progetto per nuovi marciapiedi e nuovo parchegcomune di Cesena logogio nella zona residenziale di San Carlo. Approvato anche il progetto preliminare per la sistemazione della frana di Roversano

CESENA – Restyling in vista per la zona residenziale nei pressi del parco del Libro a San Carlo, e nuovo passo avanti nel programma di interventi per risolvere il problema della frana di Roversano.

Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha dato il via libera al progetto definitivo per il rifacimento dei marciapiedi e la realizzazione di un parcheggio nella frazione, per un importo complessivo di 300mila euro e, nella stessa seduta, ha approvato il progetto preliminare delle opere di difesa idrogeologica e consolidamento delle frane in via Roversano, con uno stanziamento di 550mila euro.

“Teniamo così fede agli impegni presi a suo tempo con i residenti di Roversano e San Carlo – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – e desideriamo ringraziare il Presidente del Quartiere Edo Nicolini per la collaborazione fornita, che ci ha aiutato a individuare queste soluzioni”

“Scendendo nel dettaglio, – proseguono Sindaco e Assessore – con il progetto di San Carlo andiamo a dare risposta a un’esigenza segnalata da tempo. Il programma di lavoro, infatti, prevede il rifacimento dei marciapiedi nelle vie Castellucci, Castiglione, Murri, Grosoli e Scotti, che presentano tutt’ora segni profondi di deformazione causati dalle radici dei pini presenti fino a pochi anni lungo queste strade. Proprio a causa dei danni provocati, quasi tutti gli alberi sono stati abbattuti nel 2011 su richiesta del Quartiere Valle Savio e dei residenti. Naturalmente, come avviene sempre in questi casi, abbiamo compensato gli abbattimenti con nuove piantumazioni; ma, tenuto conto dei problemi creati in passato e della presenza di sottoservizi in quasi tutte le strade interessate, la maggior parte dei nuovi alberi è stata collocata nel vicino parco del Libro, mentre solo alcuni hanno trovato dimora in via Castellucci”.

L’intervento sui marciapiedi prevede la demolizione e ricostruzione dei cordoli; il rifacimento delle rampe in corrispondenza dei passi carrai e degli attraversamenti pedonali, secondo i criteri previsti per l’abbattimento delle barriere architettoniche; il risanamento della pavimentazione. Contestualmente si provvederà a realizzare nuovi pozzetti con caditoie in ghisa per migliorare la regimazione delle acque piovane.

Il nuovo parcheggio previsto dal progetto sarà realizzato nell’area pubblica a ridosso del Monumento ai Caduti, all’incrocio fra via Castiglione e via Grosoli. “Si tratta di uno spazio – spiegano il Sindaco e l’Assessore Miserocchi – che già oggi viene utilizzato da chi deve recarsi in uno degli esercizi presenti nella zona o nella sede di quartiere, ma la sua fruizione è molto caotica. Con l’intervento previsto riorganizzeremo l’intera area, regolamentando la sosta e garantendo il passaggio verso i passi carrai esistenti”. Il progetto prevede l’asfaltatura del piazzale, dove saranno ricavati 15 posti auto e 3 stalli per motocicli, e la realizzazione a contorno di un marciapiedi che si collegherà con i percorsi pedonali esistenti.

“Invece, per quanto riguarda le frane di Roversano – segnalano il Sindaco Lucchi e l’Assessore Miserocchi – con l’approvazione del preliminare, procediamo secondo il programma di lavori che avevamo illustrato ai residenti a inizio ottobre, indicando la volontà di accelerare il più possibile l’iter, per dare risposte adeguate alla situazione di dissesto presente nell’area. L’atto approvato comprende la sistemazione dei tre movimenti franosi più critici. Nello specifico, l’intervento sulla frana più estesa ed importante prevede la ricostruzione del muro di cinta crollato, la protezione della scarpata con muro di sostegno alla base, ancorato su pali e tiranti, e l’esecuzione di un’opera in terra armata. Programmato anche il consolidamento di una frana di dimensioni più modeste, situata vicino a via dei Campi, nella zona a valle di via Roversano, con la costruzione di un’opera in cemento armato di protezione e sostegno della scarpata. A completare il quadro c’è la previsione di realizzare una doppia gabbionatura e una protezione della scarpata con rete metallica e chiodatura per una terza frana, situata in angolo con la Via Arzano”.