Cesena, Piazza del Popolo: prove tecniche di convivenza fra tavolini e auto

logo-comune-cesenaDopo la fioritura di locali nell’area, da oggi scatta una nuova organizzazione della sosta

CESENA – Una nuova organizzazione della sosta in piazza del Popolo, per favorire una migliore convivenza fra i tavolini dei pubblici esercizi e le auto.

Infatti, finora nella centralissima piazza – regolamentata come ztl – i mezzi autorizzati potevano parcheggiare senza altri particolari vincoli e questo si è spesso tradotto in una significativa presenza di auto, in evidente contrasto con la cornice storica circostante e con le aree di ristoro esterne di recente allestite da molti bar e ristoranti dell’area.

Ma da oggi il quadro cambia. Questa mattina il Sindaco Paolo Lucchi ha firmato l’ordinanza che modifica – per il momento in via sperimentale, per sei mesi – la regolamentazione nell’area, restringendo le possibilità di sosta. In contemporanea è stata inviata a tutti i residenti e a tutte le attività della piazza una lettera nella quale il Sindaco e l’Assessore all’Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi spiegano i motivi del provvedimento.

E’ sotto gli occhi di tutti – sottolineano Sindaco e Assessore – come negli ultimi tempi piazza del Popolo sia al centro di un positivo movimento di rivitalizzazione, con l’avvio di nuove attività, e in particolare pubblici esercizi, che hanno chiesto di installare sedute e tavolini. Si tratta di un fenomeno positivo, che sta interessando l’intero centro storico: quest’anno le richieste di occupazione di suolo pubblico sono state una cinquantina, con un incremento del 25% rispetto a quelle pervenute lo scorso anno, anche grazie all’opportunità offerta dal progetto di Infopoint turistico diffuso, che permette agli esercizi aderenti di non pagare la tassa di occupazione. Ma, in particolare per piazza del Popolo, questa fioritura di locali contribuisce ad animare l’area troppo a lungo rimasta in disparte, rendendola uno dei punti più interessanti della città. E’ evidente che queste nuove presenze rendano necessario rivedere l’organizzazione complessiva della piazza, tenendo conto delle esigenze di tutti: residenti, attività commerciali, pubblici esercizi. Ed è appunto questo il senso del provvedimento appena firmato, con il quale l’Amministrazione comunale vuole contribuire a sostenere chi lavora 

Nel dettaglio, con l’ordinanza firmata questa mattina, scatta il divieto di sosta sui lati nord, est (via Zeffirino Re- Piazza Amendola) e sud (Rocca – Palazzo Comunale) della piazza. Il divieto riguarda tutte le auto e moto, compresi i mezzi delle forze dell’ordine, del Comune e di altri enti.

Per il carico e scarico, i residenti, gli operatori e i loro fornitori avranno a disposizione il lato ovest (viale Mazzoni), in modo da soddisfare le loro esigenze di sosta veloce.

Resta, invece, immutata la possibilità di fermata per carico/scarico di cose o persone.