Cesena operosa e solidale: la città che non si ferma per le feste

comune di Cesena logoGli auguri del Sindaco Paolo Lucchi e degli Assessori Carlo Battistini, Simona Benedetti, Christian Castorri, Tommaso Dionigi, Francesca Lucchi, Maura Miserocchi e Orazio Moretti: “C’è una Cesena che non conosce rallentamenti legati alle festività, operosa e generosa, sempre in movimento”

CESENA – “E’ la Cesena che non si ferma davvero mai, grazie all’impegno dei tanti che lavorano anche in queste giornate per garantire a tutti i cesenati servizi e vivibilità.

A cominciare da coloro che assicurano il funzionamento dei servizi essenziali, come quelli sanitari e i lavoratori che operano per i Servizi pubblici (trasporto, raccolta rifiuti e spazzamento) .

Saranno centinaia, infatti i medici, gli operatori sanitari e ausiliari che lavoreranno a capodanno all’Ospedale Bufalini, in pronto soccorso e non solo.

Non si fermeranno, naturalmente, neanche i lavoratori delle sei strutture residenziali e delle comunità dove vivono, a Cesena, centinaia di persone anziane e con disabilità.

Ugualmente attive, a cominciare dal presidio delle strade e dal controllo della sicurezza, le nostre forze dell’ordine: poliziotti, carabinieri, agenti della Polizia Municipale e vigili del fuoco, soprattutto.

Ancora, in queste giornate in cui tanti cesenati sono riusciti o riusciranno a staccare qualche giorno (complici le festività comandate vicino alle domeniche), tanti altri, oltre agli operatori sanitari ed alle forze dell’ordine, sono i cittadini in movimento.

Anche in queste ore, infatti, la città sta mostrando il suo volto solidale, attraverso le attività delle associazioni e dei loro volontari. Sono tantissimi i volontari che si stanno adoperando e che continueranno a farlo nei prossimi giorni.

Non si fermeranno, solo per fare qualche esempio, gli operatori di strada che portano conforto ai senza fissa dimora, così come gli operatori del centro di accoglienza notturna e i volontari della Caritas e delle associazioni che aiutano le famiglie a contrastare la povertà.

E nemmeno si fermerà la Cesena degli affetti più profondi, di coloro (e sappiamo che sono tanti) che non smetteranno di garantire a chi è più solo (un vicino, un collega, un conoscente) un po’ di vicinanza e di conforto, alimentando anche in questi giorni quel sistema di relazioni positive che ci fa essere davvero una città accogliente.

A tutti i cesenati, a cominciare da chi lavorerà nelle prossime ore per garantire a noi tutti le massime condizioni di sicurezza e serenità, inviamo un ringraziamento forte, sincero, non solo formale ed i migliori auguri perché il 2016 possa essere davvero sereno, sempre rafforzato da quella voglia di fare che ci caratterizza e che, nei momenti importanti, aiuta tutti a mettere in un angolo le polemiche, per scegliere di tirarsi su le maniche.

Dopo aver festeggiato la fine dell’anno in una Piazza del Popolo animata dagli amici di “Vivere il Tempo” (ai quali si deve l’organizzazione di una serata spettacolare, costruita soprattutto sull’allegria e sulla volontà di stare assieme), la mattina del 1 gennaio, come di consuetudine, porteremo gli auguri istituzionali agli agenti della Polizia municipale ed agli operatori dell’Ospedale Bufalini, cogliendo l’occasione per salutare l’ultimo bimbo nato del 2015 ed il primo nato del 2016.

Saranno auguri per la Cesena di cui siamo più orgogliosi.”