Cesena, “Noi non lo faremo: percorso per diventare uomini che rispettano le donne”

comune di Cesena logoI ragazzi dell’Istituto Pascal presentano in Biblioteca progetto da loro elaborato. L’appuntamento, inserito nel ciclo “Incontriamoli” si terrà mercoledì 9 marzo, alle 16, nella Sala Lignea della Malatestiana

CESENA – “Noi non lo faremo: percorso per diventare uomini che rispettano le donne”. E’ esplicito il titolo del progetto elaborato dagli studenti dell’ Istituto Tecnico Tecnologico “Blaise Pascal” di Cesena, vincitore del concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione”, bandito da MIUR, Camera dei deputati e Senato della Repubblica. Un riconoscimento lusinghiero non solo per l’istituto, ma per tutta Cesena.

Proprio i ragazzi del Pascal, insieme alla loro insegnante Paola Ros (che li ha seguiti in questo percorso), saranno nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana mercoledì 9 marzo, alle ore 16 per presentare i risultati del loro lavoro.

L’appuntamento si inserisce nel programma del ciclo “Incontriamoli”, promosso dall’associazione “Amici della Biblioteca Malatestiana”, in sinergia con la Biblioteca e il Comune di Cesena, con l’obiettivo di far conoscere alla città le eccellenze dell’attività didattica cesenate e i progetti scolastici più originali e innovativi.

Il progetto “Noi non lo faremo” è partito da una constatazione molto semplice: il Pascal è una scuola, suo malgrado, “al maschile” (poco più di 20 le ragazze che lo frequentano su un totale di circa 800 allievi). Ma come si spiega questa situazione? Dipende dal fatto che le ragazze sono ‘naturalmente’ meno interessate alla matematica e alla tecnologia?

Ben presto, analizzando la realtà circostante e la normativa sulle questioni di genere, i ragazzi hanno scoperto quanto possano essere ingombranti pregiudizi e stereotipi e hanno deciso di approfondire il tema delle discriminazioni di genere. Ma al tempo stesso, spinti dai frequenti fatti di cronaca con donne vittime della violenza maschile, hanno anche voluto impegnarsi nella progettazione di azioni capaci di cambiare la realtà.

Da qui l’idea di realizzare di un’iniziativa con la quale da un lato gridare al mondo che i ragazzi dell’ITT Pascal di Cesena si impegnano a non ferire mai, né fisicamente né moralmente una donna, né ora, né nel corso della loro vita, e dall’altro spiegare a quante più persone possibile il peso dei pregiudizi che condizionano i rapporti tra i sessi.

Grazie alla passione, all’impegno, alle competenze degli studenti, il Pascal è diventato un grande laboratorio di idee e di manufatti che l’8 Marzo 2014 ha aperto le porte alla cittadinanza e alle istituzioni: i ragazzi sono saliti in cattedra per spiegare a compagni e visitatori le mille facce della discriminazione e della violenza sulle donne. Il percorso compiuto ha dato valore al loro stare a scuola, alla relazione con gli insegnanti, alla collaborazione tra pari.

La vittoria del concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola” è stato solo l’inizio di un percorso di successo che dura tutt’ora. I ragazzi dell’istituto sono stati e sono invitati in molte sedi (scuole, sindacati, aziende) a presentare il loro lavoro, e i materiali da loro prodotti vengono oggi utilizzati da Amnesty International. Inoltre, con questo progetto, l’ITT Pascal è diventato scuola polo della Regione Emilia Romagna per la lotta contro le discriminazioni e la violenza di genere.