A Cesena nascono i primi infopoint turistici diffusi

Consegna attestati iat diffusoAl progetto hanno aderito 50 bar e ristoranti di Cesena. Cerimonia di consegna degli attestati per 82 operatori che hanno superato il corso di formazione

CESENA – Sono 50 i bar e ristoranti di Cesena – 28 del centro storico, i restanti distribuiti sul resto del territorio comunale – che si apprestano a trasformarsi in infopoint turistici, per offrire accoglienza e informazioni ai visitatori in un sistema integrato con le strutture istituzionali, prima fra tutte l’ufficio Iat del Comune.

Questa mattina, sotto il Loggiato del Comune, si è svolta la cerimonia di consegna degli attestati agli operatori che hanno aderito al progetto e frequentato il corso preparatorio. A consegnarli il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, l’Assessore all’Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi, il Direttore di Confesercenti Graziano Gozi, il Presidente di Confcommercio Augusto Patrignani, il Presidente di Cna Sandro Siboni, il Vicesegretario di Confartigianato Giampiero Placuzzi e Maria Luisa Pieri in rappresentanza di Zona A.

Il corso, della durata di 1Consegna attestati iat diffuso 17mag166 ore, ha consentito di acquisire, sviluppare e aggiornare le basilari conoscenze in materia d’informazione turistica locale e di servizi di pubblica utilità. Obiettivo: consentire al titolare del pubblico esercizio di essere in grado di accogliere il turista/cliente fornendo l’informazione turistica di base richiesta e promuovere le opportunità e i servizi della città nelle modalità acquisite durante i corsi di formazione.

Partito a marzo, è stato seguito da 82 operatori (titolari, soci, dipendenti dei pubblici esercizi che hanno aderito) e si è articolato in lezioni in aula e visite guidate ai monumenti e agli istituti culturali cittadini, dalla Biblioteca Malatestiana al Museo Archeologico, dal Teatro Bonci alla Pinacoteca, dai Giardini Pubblici alla Fontana Masini, dalla Rocca Malatestiana a Villa Silvia…

Nelle lezioni teoriche, invece, si è parlato di marketing turistico, comunicazione del territorio, di modalità di relazione con l’utenza italiana e straniera, ma si sono anche approfonditi i temi legati alle peculiarità de territorio cesenate – agricoltura, gastronomia, enologia –, al sistema dei trasporti e dei parcheggi a Cesena, dei rapporti con i territori limitrofi, ecc. Il ciclo di lezioni si è concluso con un test finale. A questo primo momento formativo seguiranno periodicamente momenti di aggiornamento.

Nei prossimi giorni, inoltre, gli esercizi aderenti riceveranno il materiale grafico – cartelli, vetrofanie, ecc – che consentirà di identificarli facilmente come infopoint e totem per l’esposizione di materiali promozionali e turistici sulla città di Cesena, i suoi servizi ed eventi.

In cambio del loro impegno a diventare punti d’informazione turistica, i pubblici esercizi aderenti riceveranno dall’Amministrazione comunale l’esenzione dal pagamento del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, permanente e temporaneo, per la durata prevista dalla convenzione.