A Cesena maraffone da record con 280 coppie

Torneo Maraffone“Sono Romagnolo” domenica 28 febbraio Giuseppe Giacobazzi, musica, divertimento, cultura e tanto buon cibo

CESENA – In attesa di sapere chi sarà il Campione di maraffone (le finali domenica alle ore 17), la Romagna si gode il suo successo da record. Sono state 280 le coppie partecipanti alla grande sfida del Campionato Mondiale di Maraffone, numero che ha affollato all’inverosimile i padiglioni di Cesena Fiera, destinato ad entrare nel guinness dei primati. Dalle ore 20 alle 23 inoltrate di venerdì, nei tavolini allestiti per l’occasione e vigilati dagli arbitri di gara, la carica dei 280 da tutta la Romagna ha dato vita a un’avvincente gara a carte, il cui epilogo è previsto nel pomeriggio di domenica con le finali delle 32 coppie rimaste in gara. In palio alla coppia vincitrice un viaggio offerto da Arcadia Viaggi, ma soprattutto l’ambito riconoscimento di Campione Romagnolo Mondiale di Maraffone.

Tutto questo nel gran finale di Sono Romagnolo, la tre giorni sull’identità romagnola che da venerdì anima i padiglioni di Cesena Fiera. Domenica 28 febbraio (ingresso libero), dalle 10 alle 21.30 si possono deliziare i palati con l’ampia offerta di prodotti tipici nei numerosi stand che propongono il meglio delle offerte enogastronomiche del nostro territorio, dal mare al montagna, passando per una solida tradizione casearia, di salumi locali, olio e prodotti di aziende agricole. Non mancherà una vasta area dedicata alla ristorazione, al vino e alla birra artigianale.

Alle 18.00 arriverà il “sommo poveta” Giuseppe Giacobazzi a ritirare il Premio Romagnolo Doc. A seguire il suo esilarante spettacolo, col tipico accento del nostro dialetto, lingua schietta ed autentica.

Durante la giornata, diversi gli appuntamenti culturali come le letture di poesia e racconti dialettali a cura del gruppo Oscar Zanotti La poesia ti abbraccia, abbraccia la poesia! (ore 11.00), e il convegno “La comunicazione in Romagna: quale futuro?” (Sala Tre Papi, ore 11.30).

Il pomeriggio riprende all’insegna della cultura con La Romagna di Plauto, monologhi tratti dalle commedie plautine, rivisitati in dialetto da Efrem Satanassi e interpretati da Giuseppe Satanassi e Monica Briganti per festeggiare i 2200 anni dalla nascita del commediografo di Sarsina.

Alle 14.30 tutti in pista con i balli sulle aie dei contadini con la musica del Duo Trabadel e il Gruppo di ricerca Antichi Balli Popolari, mentre alle 16.00 si esibiscono gli sbandieratori e i musici del Rione Verde (Palio del Niballo di Faenza). Alle 16.30 arrivano invece i Musicanti di San Crispino, la band più esilarante di Romagna. Dalle 15.00 alle 18.00 si può imparare l’antica tradizione, in Romagna quasi un’arte, della sfoglia con A scuola di sfoia, il corso pratico delle Mariette artusiane di Forlimpopoli.

Durante la giornata, si può approfondire la conoscenza della Romagna con tre filmati: alle 11.30 sarà proiettato il film I giorni del grano di Efrem Satanassi, a seguire (ore 14.00) il filmato dedicato al re del liscio romagnolo, Secondo Casadei l’uomo che sconfisse il boogie, mentre alle 16.00 viene proiettata La storia della Marineria di Cesenatico.

A concludere la giornata (ore 18.00) spettacolo di fontane danzanti a cura di Viorica, mentre dalle 19.30 andrà in scena la musica degli anni ’20 con lo Spettacolo della band I Maramao Italian Sweet Band.

Per i più piccoli, non manca un’area allestita con gonfiabili, giochi di una volta, animazione, truccabimbi, spettacoli di marionette, clown e laboratori con cinque operatori offerti da Fiats sempre presenti. Durante la giornata, i bambini si potranno divertire con gli spettacoli del Mago Catorcio (ore 12.00 e 16.00) e lo Spettacolo di Marionette a cura della Compagnia All’Incirco (ore 15.00 e 17.30).

Info:
“Sono Romagnolo – Prima Fiera Nazionale dell’Identità Romagnola”
Cesena Fiera, 26-27-28 febbraio 2016
Ingresso libero