Cesena: “Giardini al cinema” riprende con un film e una conferenza

Lunedì 8 gennaio, ore 21 al Cinema San Biagio proiezione di “l’erba di Grace”. Martedì 9 gennaio, ore 17, in Biblioteca malatestiana “Viaggio attraverso i giardini italiani” con il prof. Vincenzo Cazzato

lerba di GraceCESENA – Giardini e giardiniere fuori dalle regole sono i protagonisti della rassegna “Giardini al cinema”, promossa con la collaborazione del Comitato Scientifico della Biblioteca Malatestiana, che per il secondo anno mette in programma proiezioni di film e conferenze.

Lunedì 8 gennaio, alle ore 21, al cinema San Biagio sarà proiettato “L’erba di Grace” di Nigel Cole.

Il film è la storia di Grace, una pacifica casalinga di un paesino della Cornovaglia che si ritrova a dover affrontare la perdita del marito e una marea di debiti da saldare. A salvarla dagli impicci è il suo hobby, il giardinaggio, che decide di convertire a un tipo di coltivazione particolarmente redditizio, la marjiuana. Sulla scia di Full Monty, di pochi anni precedente, “L’erba di Grace” è una commedia lieve e divertente su personaggi ordinari alle prese con situazioni fuori dall’ordinario, con tanto umorismo british, un moderato antiproibizionismo e una grande protagonista, Brenda Blethyn.

La proiezione sarà preceduta da un’ introduzione curata dall’architetto paesaggista Giovanna Mattioli.

Ingresso € 5, ridotto € 3

Invece, martedì 9 gennaio alle 17.00, alla Biblioteca Malatestiana, il professor Vincenzo Cazzato dell’Università del Salento terrà una conferenza dal titolo “Viaggio attraverso i giardini italiani”.

Cazzato è uno dei maggiori esperti italiani in materia: autore di numerosi saggi sulla storia dei giardini, sul barocco italiano, sui problemi della tutela e della conversazione dei beni culturali, ha vinto due volte il premio Grinzane-Cavour- Giardini Botanici Hanbury. Coordinatore del Comitato nazionale per lo studio e la conservazione dei giardini storici e del Centro di Studi sul Barocco di Lecce, fa parte del Comitato Internazionale ICOMOS-IFLA per i paesaggi culturali e del Comitato scientifico dell’APGI (Associazione Parchi e Giardini d’Italia). Inoltre presiede la giuria del Premio “Il parco più bello d’Italia”.