Cesena. Fiera di San Giovanni: pronto il piano per la sicurezza

Primo provvedimento: divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro o lattina nell’area della Fiera dal 22 al 25 giugno. Prevista l’intensificazione dei controlli durante la manifestazione

comune-cesenaCESENA – Bottiglie di vetro e lattine bandite dal centro storico di Cesena da mezzogiorno del 22 giugno fino alla mezzanotte del 25 giugno. È uno dei provvedimenti decisi a cui ha dato il via il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, riunitosi ieri per definire le misure da attuare durante la Fiera di San Giovanni.

“I gravi fatti verificatisi di recente, e in particolare quelli accaduti a Torino, – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi – hanno evidenziato la necessità di affrontare la gestione delle grandi manifestazioni, che vedono la partecipazione di migliaia di persone, con una più accentuata attenzione sia per quanto riguarda le misure a salvaguardia dell’incolumità dei partecipanti, che per l’attività delle forze dell’ordine, a tutela della sicurezza. Sicuramente, la nostra Fiera di San Giovanni è un evento di grande richiamo, che rientra in questa categoria.

Per questo il piano d’azione validato (dopo l’ottimo lavoro preparatorio del Comandate della Polizia municipale, Giovanni Colloredo) dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Forlì-Cesena, è scaturito dalla volontà di garantire alle tante persone di tutte le età, che nei prossimi giorni si riverseranno nel centro storico di Cesena, di vivere questo bel momento di festa in tranquillità. Mi auguro che questo spirito (che imporrà a tutti qualche cambiamento d’abitudine e forse anche qualche piccolo disagio) sia compreso e condiviso dagli operatori economici così come dai cittadini”.

Il primo provvedimento assunto è l’ordinanza relativa alla vendita e somministrazione delle bevande, che sarà in vigore dalle ore 12 di domani 22 giugno fino alla mezzanotte di domenica 25 giugno nell’area delimitata dalle vie: Finali, Carducci, Padre Vicino da Sarsina, Cavallotti, Pacchioni del Tunnel, Canonico Lugaresi, IV Novembre, Cesare Battisti, Curiel, Mulini.

L’ordinanza vieta la vendita per asporto e la somministrazione di bevande in contenitori di vetro e lattine alle seguenti categorie: attività autorizzate all’esercizio del commercio su area pubblica, attività autorizzate per l’esercizio del commercio in forma itinerante, laboratori artigianali alimentari, titolari di distributori automatici di bevande.

Per i pubblici esercizi, invece, è vietata solo la vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro e lattine.

Ma il piano di intervento e l’impegno del Comune è più corposo.

In un locale del Foro Annonario (l’ex Tigotà) sarà insediata nei giorni di fiera la centrale unica di coordinamento.

Accanto alle normali operazioni di controllo sugli ambulanti, da parte della Polizia commerciale, particolare attenzione sarà posta nella protezione degli accessi e della viabilità. Oltre ai consueti provvedimenti di limitazione del traffico e della sosta, è prevista la collocazione blocchi di cemento nei 4 accessi principali di via Mazzoni, via IX febbraio, via Cesare Battisti, Barriera. Naturalmente, saranno comunque garantiti gli spazi per transito di veicoli di emergenza.

Intensificato anche l’impegno sul territorio da parte della Polizia Municipale di Cesena, supportata anche da agenti delle Municipali di Bagno di Romagna, Forlì e della Polizia Provinciale, in stretta collaborazione con l’Autorità di Pubblica Sicurezza e gli organi di Polizia.

Inoltre, saranno sul campo anche 35 volontari del gruppo comunale di protezione civile: a loro sono affidati compiti di assistenza ai cittadini, con l’incarico di segnalare tempestivamente alla centrale operativa situazioni di potenziale pericolo.

Sempre la Protezione Civile durante la Fiera distribuirà volantini contenenti informazioni utili.