A Cesena in crescita l’utilizzo dei parcheggi scambiatori

Continua il trend positivo della formula parcheggio+navetta: +6,5% nei primi 9 mesi del 2016

comune-cesenaCESENA – Sempre più cesenati si affidano alla formula parcheggio+navetta. I tre parcheggi scambiatori della città, infatti, continuano a conquistare sempre più utenti. Nei primi nove mesi del 2016 sono stati 195.628 gli automobilisti che hanno utilizzato i bus navetta dopo aver posteggiato l’auto in uno fra i parcheggi dell’Ippodromo, del Montefiore o di Ponte Abbadesse. La crescita degli utenti risulta essere di tutto rispetto: si registra infatti un aumento di 11.976 utenti (pari al 6,5%) rispetto allo stesso periodo del 2015, quando il “contatore” si era fermato a 183.652.
Nelle preferenze dei cesenati si conferma primatista lo scambiatore dell’Ippodromo con 131.971 utenti nei primi nove mesi dell’anno, con un picco di utilizzo nel mese di aprile, quando è stato utilizzato da 19.436 persone.
Si confermano secondo e terzo in questa particolare graduatoria, rispettivamente il parcheggio Montefiore (con 34.022 utenti) e di quello di Ponte Abbadesse (preferito da 29.635 fruitori). Ma è proprio quest’ultimo a registrare la crescita maggiore: nei primi 9 mesi del 2015, infatti, gli utenti del parcheggio di Ponte Abbadesse si erano attestati a 16.892, con una crescita nel 2016 di 12.743 utilizzi, pari al 75,4%.
La medesima comparazione riferita al parcheggio Montefiore registra un incremento di 3.781 utenti, pari al 12,5%, mentre per quello dell’Ippodromo, il 2016 ha visto un incremento di 6.471 utenti, vale a dire il 5,2%.

“Quando nel 2009 abbiamo varato la formula parcheggio scambiatore + bus navetta – commentano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Mobilità Maura Miserocchi – avevamo la forte convinzione che sarebbe stato un progetto particolarmente calzante per la nostra città. I numeri dei primi nove mesi del 2016 confermano come questa esperienza continui a svilupparsi, trovando sempre più consenso fra chi si reca nella nostra città, siano essi cesenati o visitatori provenienti da altri territori. Il fatto stesso che l’incremento registrato nei primi nove mesi sia addirittura aumentato rispetto a quanto appurato nei primi cinque mesi di utilizzo, conferma come il concetto di intermodalità e mobilità sostenibile sia entrato strutturalmente nella mentalità dei nostri concittadini, consapevoli di come sia necessario sviluppare nuove forme di mobilità dolce in grado di coniugare le esigenze di accessibilità del centro storico con una sua piena fruibilità. D’altra parte è esattamente la direzione imboccata dalla gran parte delle città europee, ed è la stessa che anche Cesena percorrerà in futuro. I parcheggi scambiatori hanno rappresentato l’avvio di un nuovo paradigma, che andrà sviluppato ed implementato attraverso il nuovo Piano della Mobilità Sostenibile, su cui si è già avviato il confronto con l’intera città.

“La dimensione di utilizzo dei parcheggi scambiatori – concludono Sindaco ed Assessore –, ed anche in virtù del forte utilizzo nel mese di dicembre (visibile “ad occhio” da parte di tutti), possiamo anticipare che, nel 2016, ci avvicineremo molto, se non addirittura supereremo, la soglia di 300.000 utilizzatori, a fronte dei 263.958 registrati nel corso del 2015”.