Cesena, Boom di allievi e di corsi all’Istituto Corelli

CESENA – Tutti dati con il segno positivo per l’istituto Corelli, che nell’anno accademico 2016-2017 registra un incremento sia degli iscritti totali che delle ‘matricole’ e raddoppia il numero dei corsi attivati.
Sono 193 gli allievi che quest’anno frequenteranno l’istituto musicale, contro i 185 dello scorso anno e i 160 del 2014. Fra loro i nuovi iscritti sono 74, con un incremento di 21 unità rispetto al 2015, quando le ‘matricole’ erano state 53.
Ma a registrare una vera e propria impennata è il numero dei corsi, che diventano ben 13, contro i 6 dello scorso anno accademico: ai tradizionali corsi di pianoforte, chitarra, violino, violoncello, sax, canto lirico e propedeutica, si affiancano quelli di canto pop, trombone, batteria, flauto, ritmica con percussioni e l’innovativo “Cesena Sound Lab”, rivolto ai giovani musicisti interessati alle nuove tecnologie e che affronta argomenti come l’elettroacustica, l’informatica musicale, l’editing, montaggio e mixaggio audiovisivo, ecc. Da segnalare che gli allievi di corsi strumentali rappresentano la stragrande maggioranza:  172 su 193.

“Questi numeri  – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Cultura Christian Castorri – costituiscono la miglior riprova del grande interesse suscitato nelle famiglie cesenati dalla rinnovata offerta formativa, come abbiamo rimarcato nella comunicazione inviata ai Consiglieri comunali, per mantenere l’impegno assunto in occasione della commissione consiliare dedicata al Corelli,  di fornire dati puntuali sull’avvio della nuova modalità di gestione dell’istituto musicale, scaturita dalla convenzione siglata l’estate scorsa da Comune, Asp e Conservatorio. Il percorso è appena avviato e consideriamo questo anno scolastico come fase sperimentale, ma fin da ora possiamo affermare che alcuni obiettivi sono stati subito centrati. In particolare, il Conservatorio si sta confermando  il partner più adatto per la valorizzazione del nostro storico istituto musicale. E grazie all’impegno e alla professionalità mostrati da tutti quelli che hanno collaborato in questa fase, a partire dal direttore dell’Asp Alessandro Strada e al direttore del Conservatorio Maderna Paolo Chiavacci,nei prossimi mesi potremo avviare altre nuove iniziative che contribuiranno a qualificare ulteriormente il ruolo del Corelli nel panorama culturale cesenate”