Cesena, Ammonizione in vista per chi smaltisce i rifiuti in modo scorretto

logo-comune-cesenaCESENA – Scatta l’ammonizione per chi non rispetta le modalità corrette di conferimento dei rifiuti porta a porta. E cioè chi non utilizza l’apposito secchiello, chi espone rifiuti in eccesso, chi mette fuori dalla porta il secchio dell’indifferenziata quando è il turno dell’organico, chi introduce il l’indifferenziato nel bidone dell’organico, ecc.

Dopo un lungo periodo di tolleranza, adesso gli operatori incaricati della raccolta stanno cominciando a lasciare avvisi agli utenti ‘pasticcioni’: un modo per richiamarli all’ordine (se non si adeguano rischiano che i loro rifiuti conferiti in modo errato non vengano ritirati) ma anche per rinfrescare la memoria sui comportamenti più giusti da seguire per smaltire efficacemente i rifiuti.

Così, il messaggio rivolto a chi espone frequentemente un eccesso di rifiuti fuori dal bidone suggerisce che forse ciò accade perché non si sta facendo una corretta raccolta differenziata. “Carta, vetro, plastica/lattine – recita la comunicazione – vanno separati e inseriti nei relativi cassonetti stradali, l’organico va consegnato nel bidoncino marrone che viene raccolto 2 volte a settimana presso la sua abitazione”.

Ma capita anche che i rifiuti – pur essendo in quantità contenuta – siano esposti senza l’apposito secchiello. In questo caso viene ricordato che chi avesse bisogno di procurarsene uno nuovo (per rottura, furto, trasloco, ecc.), può richiederlo gratuitamente rivolgendosi a Hera (numero verde 800.999.500).

Si comincerà, in via sperimentale, la prossima settimana nel Quartiere Oltresavio, il primo in cui il servizio di raccolta domiciliare ha avuto inizio. L’obiettivo sarà quello di rinfrescare la memoria sul come si conferiscono correttamente i rifiuti domestici, dato che si rilevano ripetuti errori. Sarà inoltre l’occasione per migliorare il sistema e farsi trovare pronti, quando la tariffa puntuale, dove ogni famiglia pagherà solamente per la quantità di rifiuti effettivamente prodotti – potrà essere introdotta.

“La pulizia della nostra città è il nodo chiave ed ogni cittadino ha il dovere di collaborare evitando ogni comportamento non corretto e rispettoso.– specificano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche Ambientali Francesca Lucchi -. Per il momento per gli utenti indisciplinati scatterà solo il ‘cartellino giallo’, ma non escludiamo che in futuro, in caso di errori ripetutamente segnalati, siano fatte seguire sanzioni, sulla base dell’ormai prossima entrata in vigore del nuovo regolamento regionale. Questo è solo uno dei primi provvedimenti che verranno messi in atto nei prossimi tempi per intensificare il controllo sul conferimento dei rifiuti e sugli abbandoni. Mentre siamo molto disponibili a fornire dettagli, informazioni e collaborare su esigenze specifiche, facendo in questa fase “ammonizioni” a scopo informativo ed educativo, saremo sempre intransigenti su chi non rispetta la nostra città ed abbandona rifiuti fuori dai cassonetti o in aree non consentite. Anche in questo caso stiamo collaborando con la Polizia Municipale per intensificare controlli e sanzioni”.