“Cesena 2017”: addestramento congiunto di protezione civile

Dal 26 al 28 maggio allestimento e gestione campo di accoglienza per la popolazione e fase conclusiva del progetto “Cresciamo Sicuri Insieme”

comune-cesenaCESENA – Fra il 26 e il 28 maggio il Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile – Cesena organizza l’addestramento congiunto di protezione civile “Cesena 2017” con la collaborazione attiva dell’Ufficio Protezione Civile del Comune di Cesena e dell’Ufficio Protezione Civile dell’Unione Comuni Valle del Savio, insieme alle principali Associazioni di Volontariato della zona.

Un’esperienza sicuramente diversa dal solito quella messa in atto dal Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile – Cesena durante l’ultimo week-end di maggio: non è certo cosa di tutti i giorni vedere tante forze del volontariato lavorare a stretto contatto per la buona riuscita di un addestramento di protezione civile che vedrà oltre 150 persone operare sinergicamente per l’allestimento di un campo di accoglienza per la popolazione.

A 10 anni esatti da primo campo realizzato a Cesena, con la efficace collaborazione fra C.R.I. Comitato locale di Cesena e l’Ufficio Protezione Civile comunale, viene riproposto il modello dell’addestramento congiunto che allora costituì l’elemento innovativo caratterizzante di quell’esercitazione e che è sempre stato impiegato nelle iniziative successive: si tratta della collaborazione più fattiva fra l’Amministrazione locale e le principali Associazioni di Volontariato cesenati e del territorio dell’Unione, nell’intento comune di esercitarsi e di formarsi per essere in grado di fronteggiare le diverse emergenze e, nel contempo, conoscersi, confrontarsi ed integrarsi pur rivestendo ciascuno propri specifici ruoli e specializzazioni.

Il filo conduttore dell’addestramento è il progetto “CRESCIAMO SICURI INSIEME”, portato avanti a partire da gennaio con le classi terze della Scuola Secondaria di I Grado “Viale della Resistenza”, e che in questi tre giorni giunge alla fase conclusiva: i ragazzi affronteranno la prova più difficile, quella della “convivenza in emergenza” in un attendamento dove potranno sperimentare la vita in un campo di accoglienza per sfollati.

Il campo base sarà allestito presso il Centro Sportivo di via Vigne di Pievesestina, con il montaggio di tende per il pernottamento, predisposizione della cucina da campo per la produzione dei pasti con relativa tenda mensa, tende comando e radiocomunicazioni, la postazione della segreteria di emergenza e la cosiddetta “carraia” per il presidio costante e controllato degli accessi al campo. L’allestimento del campo è stato preceduto da attenti studi e pianificazioni fra cui si ricordano il documento di impianto dell’esercitazione ed il piano della sicurezza.

Clou dell’iniziativa sarà domenica 28 maggio, quando il campo sarà aperto al pubblico e gli studenti coinvolti riceveranno l’attestato di partecipazione.

Nel dettaglio, il programma delle operazioni seguirà la seguente scaletta:

VENERDÌ 26 MAGGIO

dalle ore 08.00

– simulazione attivazione Piano Comunale di protezione Civile a seguito di evento calamitoso

– afflusso Volontari e mezzi presso l’Area di Ammassamento presso la Fiera di Pievesestina

– partenza in colonna verso l’area individuata ed inizio allestimento campo

SABATO 27 MAGGIO

dalle ore 8.00

– allestimento area sfollati all’interno del campo

– attività didattiche con gli studenti presso la scuola

– accoglienza e registrazione al campo degli studenti della SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO “VIALE DELLA RESISTENZA” che prenderanno parte all’addestramento in qualità di popolazione sfollata

DOMENICA 28 MAGGIO

dalle ore 8.00

– attività didattiche con gli studenti

– ore 10.00 APERTURA DEL CAMPO AL PUBBLICO con stand informativi di enti ed organizzazioni partecipanti al progetto CRESCIAMO SICURI INSIEME

– ore 11.00 CONSEGNA ATTESTATI AGLI STUDENTI E ALLE ORGANIZZAZIONI PARTECIPANTI IN PRESENZA DELLE AUTORITÀ LOCALI

– ore 13.00 chiusura del campo

Come evidenziato, nella mattinata di domenica 28 maggio, il campo verrà aperto alla cittadinanza consentendo a tutti di toccare con mano come la solidarietà di tante persone può mitigare la sofferenza di chi è colpito da disastri e calamità: inoltre sarà possibile visionare le diverse specializzazioni delle varie Associazioni presenti con allestimento di stand informativi ed esposizione mezzi e attrezzature.

Oltre a quello formativo e divulgativo, l’obiettivo è anche quello di testare la risposta degli interventi di soccorso alla popolazione effettuati dalle varie componenti del Volontariato: fra i partecipanti, oltre al GCVPC – Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile – Cesena, figurano C.R.I. Croce Rossa Italiana – comitato locale di Cesena, il Gruppo Alpini A.N.A. sezione di Cesena, il Centro Soccorso Sub “Roberto Zocca”, A.R.I. Associazione Radioamatori Italiani – sezione di Cesena, Fraternita di Misericordia Valle Savio, Croce Verde Cesena, Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile Savignano sul Rubicone.

Un ringraziamento particolare va all’Agenzia Regionale Sicurezza Territoriale Protezione Civile – Servizio Area Romagna ed al Coordinamento Provinciale del Volontariato di Forlì-Cesena, oltre che alla Prefettura di Forlì-Cesena che ha accordato la partecipazione al progetto “Cresciamo Sicuri Insieme” delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco della Provincia di Forlì-Cesena.

Si ricordano anche l’indispensabile supporto del Presidente e del Consiglio del Quartiere Oltresavio, della Scuola Secondaria di I Grado “Viale della Resistenza” e dell’Associazione Dante Alighieri, la disponibilità delle Associazioni Sportive “A.S.D. Torresavio Futsal Cesena” e “A.S.D. Torre del Moro” ed il coordinamento dell’Ufficio Protezione Civile del Comune di Cesena.

Si ringraziano anche per la gentile collaborazione le ditte Orogel, C.E.M., Centrale del Latte, Economy, La Cesenate, Salumificio Faggioli, Salumificio del Vecchio, “I tesori del Rubicone”, impresa Vincenzo Lembo, Biondi Giulio ed altre cortesi aziende cesenati.

“Ancora prima di vedere l’esito di questa iniziativa – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Protezione Civile Francesca Lucchi – è possibile affermare che già un primo importante risultato è stato raggiunto: quello di riuscire a coinvolgere ed impiegare sinergicamente le tante e diverse forze che entrano in campo in occasioni come questa. Il clima di leale ed aperta collaborazione e l’entusiasmo con cui le varie componenti della protezione civile locale hanno affrontato le fasi preparatorie all’addestramento, ha creato i giusti presupposti e le motivazioni per proseguire sulla strada intrapresa e continuare a collaborare insieme in questa e in future iniziative altrettanto stimolanti”.