Casa, all’ex mercato bestiame di Modena 8 nuovi alloggi Erp

CASA, ALL’EX MERCATO BESTIAME 8 NUOVI ALLOGGI ERP

Posa della prima pietra con il sindaco, mentre altri 25 nella stessa area saranno assegnati nei prossimi mesi. Muzzarelli: “Un Piano sulle politiche abitative”

MODENA / Si concluderanno entro la fine di settembre i lavori della palazzina con otto alloggi di Edilizia residenziale pubblica (Erp) in classe energetica A in costruzione nel comparto dell’ex mercato bestiame a Modena con un investimento complessivo di circa un milione e mezzo di euro. Lo ha annunciato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli in occasione della posa della prima pietra alla quale, insieme all’assessora al Welfare Giuliana Urbelli e ai tecnici, ha partecipato anche il presidente di Cambia-Mo Giuseppe Dieci.

L’intervento, infatti, è realizzato dalla società di trasformazione urbana del Comune e di Acer Modena nell’ambito del Piano di riqualificazione urbanistica e sociale dell’area dell’R-Nord, con il contributo della Regione Emilia-Romagna.

Nella stessa area è in fase di ultimazione una palazzina con 25 alloggi, sempre Erp, che nei prossimi mesi saranno assegnati, sulla base di criteri in corso di definizione, soprattutto ad anziani e giovani coppie.

“Sono risposte efficaci e di qualità – ha affermato il sindaco Muzzarelli – ma dobbiamo tenere alto l’impegno sulle politiche abitative continuando anche a sollecitare gli investimenti di Stato e Regione per ampliare e riqualificare il patrimonio Erp e per rispondere sempre meglio al bisogno di casa. Stiamo definendo un Piano per il settore, che ha come riferimento tutta la filiera dell’abitare, le cui linee guide saranno illustrate la prossima settimana al Tavolo del welfare”.

Gli alloggi della nuova palazzina sono di circa 65 metri quadri e uno degli otto è progettato per i disabili. Al piano interrato, inoltre, sarà collocata una sala ritrovo per i condomini, mentre a piano terra si sta valutando l’inserimento di uffici e servizi per qualificare il comparto residenziale. La ditta che si è aggiudicata l’intervento nell’appalto (il Csm, Consorzio stabile modenese, su progetto esecutivo di Archilinea srl e preliminare dell’architetto Paolo Giorgi) ha proposto anche la realizzazione di un’area parco con elementi di arredo e illuminazione.

Anche la palazzina con i 25 alloggi fa parte del programma di interventi per la rigenerazione urbanistica e sociale del comparto. Si sviluppa su quattro piani con tipologie abitative di diverse dimensioni, tra i 55 e i 95 metri quadri, e 800 metri quadri di uffici a piano terra. Una corte interna riparata è organizzata come un piccolo parco e sarà attrezzata con giochi per bambini.