A Ferrara il Carnevale Rinascimentale 2016

La città in festa ricorda Isabella d’Este e l’Orlando Furioso

FERRARA – Con l’abito da dama di corte e il pensiero alle epiche gesta dell’Orlando furioso. E’ così che Ferrara si prepara a festeggiare il Carnevale Rinascimentale 2016, dedicato, nel quinto centenario della prima edizione del poema ariostesco, alla marchesa che per prima ne ha udito le celebri rime dalla voce del loro autore, Isabella d’Este.

Per quattro giorni, da giovedì 4 a domenica 7 febbraio, le tante iniziative del Carnevale torneranno ad animare i palazzi della corte estense e il centro storico di Ferrara, con proposte ideate dall’Amministrazione Comunale e dall’Ente Palio, in collaborazione con numerosi partner istituzionali e associazioni culturali, oltre che con le associazioni delle categorie commerciali della città (Cna e Ascom) che hanno assicurato sostegno alla manifestazione. In programma spettacoli, conferenze, concerti, banchetti, laboratori per bambini e tanti altri appuntamenti, in buona parte gratuiti, all’insegna del divertimento e della cultura.

Il ricco calendario del Carnevale è stato presentato mercoledì 27 gennaio in conferenza stampa dagli assessori comunali Massimo Maisto, Aldo Modonesi e Roberto Serra, assieme a Francesco Scafuri e a Ilaria Franciosi dell’Ufficio Ricerche storiche del Comune, che ha curato il coordinamento della manifestazione, al presidente dell’Ente Palio Alessandro Fortini e ai rappresentanti delle associazioni coinvolte nell’iniziativa.

A queste ultime l’assessore Modonesi ha rivolto un ringraziamento a nome dell’Amministrazione comunale “per aver contribuito a organizzare una manifestazione che, con quaranta appuntamenti distribuiti in quattro giorni, si propone ancora una volta come un evento unico in Italia per la sua caratterizzazione legata alla storia della città”.

“Il Carnevale Rinascimentale – ha sottolineato poi l’assessore Maisto – segna anche l’apertura del calendario dei grandi eventi della città per questo 2016 e su di esso puntiamo in termini di richiamo turistico poiché si propone come una manifestazione di qualità in un periodo dell’anno sguarnito di altre proposte”

L’evento clou di questa quinta edizione, come ricordato da Alessandro Fortini, è previsto per il pomeriggio di sabato 6 febbraio con il corteo storico in costume organizzato dall’Ente Palio, che vedrà Isabella d’Este, accompagnata dal fratello, il duca Alfonso I, e dai dignitari delle corti di Ferrara e Mantova, sfilare da piazza Ariostea (con partenza alle 16,15) fino in piazza del Municipio. Qui il pomeriggio proseguirà poi con animazioni teatrali e giochi di fuoco.

Sempre a Isabella e alla Ferrara di Ariosto saranno dedicati numerosi altri appuntamenti della quattro giorni, tra conferenze, visite guidate e proposte per bambini. Nel calendario anche due concerti di musica rinascimentale, tre rappresentazioni teatrali, tra cui ‘I Menaechmi’ di Plauto (sabato 6 alle 21 alla sala Estense), due proiezioni gratuite, otto pranzi e cene rinascimentali e altrettanti laboratori didattici per i più piccoli.

L’evento d’apertura è previsto per giovedì 4 febbraio alle 10,30 al Ridotto del Teatro comunale con la presentazione di un omaggio floreale a Isabella d’Este a cura del Garden club di Ferrara.