Capodanno a Modena: Picchio Rosso in Piazza Roma solo per una notte

Sabato 31 dicembre si saluterà il 2016 e si brinderà al 2017 ballando musiche degli anni ’70, ’80 e ’90 tra disco ball, luci strobo, maxi video, piogge di stelle filanti

ingresso picchio rossoMODENA – A 40 anni dalla nascita della superdisco, sabato 31 dicembre 2016, piazza Roma nel Capodanno di Modena diventerà per una notte la pista del Picchio Rosso, gratuita, da cui entrare nel 2017 guidati da Antoine e dai dj che hanno fatto la storia del locale, ballando e cantando insieme brani e ritmi degli anni ’70, ’80 e ‘90.

Gli organizzatori della grande festa popolare aperta a tutti (Mauro Marchi e Fabrizio Zanni del “Comitato Remember Picchio Rosso – Italia Fuoriserie srl”) hanno pensato a tutto per ricreare con le scenografie e gli impianti audio video il clima magico dei capodanni che si festeggiavano in discoteca.

Il palco, collocato sul lato destro della piazza guardando Palazzo Ducale, sarà allestito con un impianto luci video e audio di prim’ordine, curato da Starlight, con amplificatori audio Rcf, scanner motorizzati, teste mobili e barre a led.

Un sistema Arry appeso ospiterà i proiettori per i giochi di luci e gli effetti luminosi. Oltre alla classica grande palla di specchietti montata su di una americana a sette metri a centro piazza, che proietterà la luce bianca a pallini in tutte le direzioni, ci saranno scanner di ultima generazione con effetti strobo e colonne di fumo colorato dal palco consolle. Ai quattro lati della piazza saranno sparate più volte, stelle filanti sulla gente creando ripetute cascate di fili bianchi.

La consolle, di 4 metri ,sarà il perno centrale del palco largo oltre 10, e sarà dotata di Pioneer 2000 e piatti Technics 1200, per suonare sia con CD e chiavette sia dischi in vinile. L’impianto audio sarà di ultima generazione con sub woofer.

Uno schermo gigante ad alta risoluzione dotato delle più moderne tecnologie proietterà le immagini storiche del Picchio Rosso, dei dj e degli ospiti, gli artisti, gli spettacoli, le star, le feste, i personaggi. Una storia che si racconterà in piazza Roma con una colonna sonora irresistibile fino al brindisi di mezzanotte e oltre in uno show all’insegna del divertimento popolare condotto da Antoine e Leo Persueder sul filo di aneddoti e gag. Sul palco in piazza Roma il 31 Dicembre, insieme ai Dj del Picchio Rosso ci sarà Lorenzo Rossi (figlio di Vasco) a dare il via insieme al sindaco Muzzarelli al countdown a mezzanotte con un omaggio ai 40 anni di carriera del padre, per un 2017 musicale eccezionale per Modena, che avrà culmine a luglio nel concerto evento di Vasco Rossi “Modena Park, dove tutto ebbe inizio”.

Con Lorenzo Rossi anche YaYa Deejay, la disc jockey che ha aperto i concerti di Vasco Rossi a Roma, e farà ascoltare i brani suonati per introdurre quei live. Prima ancora, i “Last”, gruppo formato da modenesi che ha aperto nell’estate 2016 il concertone di Ligabue a Monza e vanta oltre 100mila visualizzazioni su Youtube con il nuovo singolo “Come stai”.

Il programma della festa, a partecipazione libera e gratuita per tutti, inizierà alle 21.30 con i balli di gruppo; dalle 22.30, le hit degli anni ‘70, fino alle 23,50; quindi ospiti e countdown, brindisi e auguri del sindaco. Poi via alla samba e ai successi più ballati degli ’80 e ‘90 per entrare nel primo giorno dell’anno nuovo.

Nell’area della festa saranno presenti servizi igienici pubblici (bagni chimici).

Organizzatori della festa sono Mauro Marchi e Fabrizio Zanni del “Comitato Remember Picchio Rosso – Italia Fuoriserie srl”, in collaborazione con il Comune di Modena e Radio Lattemiele, con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Modena. Nella notte del 31 dicembre anche l’Accademia del ghiaccio, la pista per pattinare in piazza Roma, resterà aperta fino all’una.

Informazioni tel. 3488277465 o su Facebook “Capodanno Picchio Rosso 2016”

Polizia municipale in servizio con 8 pattuglie

Sabato 31 in piazza Roma, oltre ai vigili, anche il servizio di sicurezza degli organizzatori, ambulanza e personale sanitario. Al termine, controlli stradali fino alle 7 del primo gennaio

Polizia municipaleMODENA – Per San Silvestro, piazza Roma chiusa e sette pattuglie di Polizia municipale, oltre a quella dell’Infortunistica, a vigilare con le altre Forze dell’ordine sullo svolgimento dei festeggiamenti di Capodanno.

Una pattuglia già dal pomeriggio sarà fissa in piazza Roma dove saranno in atto gli ultimi preparativi per allestire la festa del 40° del Picchio Rosso. Per motivi di sicurezza e per consentire il montaggio e lo smontaggio degli allestimenti per la manifestazione, piazza Roma sarà vietata alla circolazione dalle 15 del 31 dicembre alle 10 del 1 gennaio. All’accesso piazza di via Tre Febbraio saranno posti dispositivi fissi di difesa passiva (fittoni). I mezzi di soccorso potranno accedere da corso Accademia. Il bus non passerà in piazza dalle 15 del 31 alle 8 del 2 gennaio. Via De Lovoleti non sarà percorribile in uscita, e i residenti della strada e di piazza Mazzini potranno uscire sulle vie Taglio, Fonteraso, Campanella.

Quattro pattuglie entreranno quindi in servizio alle 19 e smonteranno alla una, mentre altre 4 saranno in turno dalle 19 alle 3 del primo giorno del nuovo anno, coordinate da un ispettore al Comando e da due di coordinamento esterno. Di queste, quattro saranno impegnate in Centro storico e all’iniziativa di piazza Roma, dove gli organizzatori hanno predisposto un ulteriore servizio nell’area della festa, con addetti alla sicurezza, ambulanza e personale sanitario. Contemporaneamente, altre tre pattuglie della Municipale saranno attive nel controllo del territorio nei quartieri con, inoltre, una pattuglia in servizio per l’Infortunistica stradale. Agli ingressi di piazza Roma la Polizia municipale predisporrà tre postazioni fisse: una in via Farini – largo San Giorgio, un’altra in corso Accademia, e la terza in via Tre Febbraio, dove sarà anche utilizzato l’Ufficio mobile.

Altre due pattuglie estenderanno il loro servizio dall’una alle 7 del mattino dell’1 gennaio per infortunistica stradale e controlli. Funzionerà regolarmente la sala operativa con l’ispettore di turno e con l’ausilio della rete di videosorveglianza.

L’ordinanza che vieta botti e fuochi pirici

In vigore dal 31 dicembre all’1 gennaio 2017 per prevenire incidenti e tutelare gli animali. Utilizzo permesso nelle aree private solo se non produce conseguenze sugli spazi pubblici

MODENA – Niente fuochi pirotecnici e petardi a Modena nella notte di Capodanno e per tutta la giornata di domenica 1 gennaio 2016. Lo prevede l’ordinanza che vieta di far esplodere giochi pirici di qualunque genere nelle aree pubbliche di tutto il territorio comunale nel corso delle manifestazioni regolarmente autorizzate, come ad esempio l’iniziativa Picchio Rosso in piazza Roma, o in altri casi di assembramenti spontanei. L’ordinanza non si limita alle aree pubbliche, ma si estende anche a quelle private “se ciò produca conseguenze di qualsiasi genere o natura, che si ripercuotano sugli spazi pubblici del Comune di Modena”. Inoltre, prevede che da parte di coloro che hanno la disponibilità delle aree private (finestre, balconi e simili prospicienti la pubblica via, aree pubbliche o private di uso pubblico), debbano essere adottate tutte le precauzioni per limitare e controllare l’utilizzo di articoli pirotecnici e fuochi d’artificio e comunque per evitarne il lancio verso luoghi pubblici o di uso pubblico, nonché la caduta di oggetti pericolosi per la pubblica incolumità. Nel testo dell’ordinanza si evidenzia infatti che i rischi derivanti dall’esplosione di fuochi pirici nei festeggiamenti del Capodanno, che spesso danno luogo a situazioni di affollamento, prescindono dal fatto che l’utilizzatore si trovi in luogo privato o pubblico, nel caso in cui le conseguenze si ripercuotano su spazi pubblici.

All’obiettivo di prevenire gli incidenti salvaguardando la pubblica incolumità, si aggiunge una specifica sottolineatura riguardo agli animali. Infatti, per una maggiore tutela degli animali domestici, più sensibili al rumore che li spaventa in modo particolare esponendoli al rischio di perdere l’orientamento e di smarrirsi, si fa appello al senso di responsabilità di tutti i cittadini e in particolare si ricorda ai proprietari di animali di affezione “il dovere di vigilare e di attivarsi affinché il disagio determinato dagli scoppi non porti gli animali alla fuga, esponendoli al rischio di smarrimento e investimento”.

L’ordinanza, che prevede una sanzione amministrativa da 75 a 450 euro, oltre alla confisca dei materiali esplosivi, integra le disposizioni contenute nel Regolamento di Polizia urbana che vieta sempre e in tutto il territorio comunale di eseguire giochi, tra cui anche l’esplosione di petardi, che “possano creare disturbo alla viabilità, danno o molestia a persone o animali o, comunque, deteriorare immobili o cose”. In questo caso la sanzione prevista è da 25 a 150 euro.

Sul rispetto dell’ordinanza, come del Regolamento, vigila la Polizia municipale, che come ogni anno, sarà impegnata per garantire il corretto svolgimento dei festeggiamenti concentrati soprattutto in centro storico, ma per individuare comportamenti scorretti dannosi per la collettività sarà necessaria soprattutto la collaborazione dei cittadini. Alcune pattuglie della Municipale sono da giorni al lavoro per contrastare l’eventuale immissione sul mercato di petardi e altri giochi pirici che non dovessero rispettare gli standard costruttivi, particolarmente rigorosi, da parte dei produttori e degli esercenti, e, conseguentemente, scoraggiare anche l’immissione e la vendita illegale di prodotti contraffatti.