“Buoni servizi, bella città”: gli interventi per il sociale a Cesena

Comune e associazioni a confronto per valutare l’andamento dei bisogni e l’efficacia dei servizi sociali, in vista della nuova programmazione delle attivitàlogo-comune-cesena

CESENA – È previsto per lunedì 18 luglio alle ore 17.00 presso l’aula magna della Biblioteca Malatestiana di Cesena, l’incontro dal titolo “Buoni servizi, bella città”, organizzato dall’Amministrazione comunale di Cesena, in attesa dell’imminente nuovo “Piano sociale e sanitario” regionale, che costituisce il documento con i valori e gli indirizzi su cui fonda la programmazione locale dei servizi per le persone, a Cesena si fa il punto sui bisogni e sullo stato dei servizi.

Il programma prevede una relazione di apertura dell’Assessore ai servizi per le persone Simona Benedetti e del Dirigente ai servizi sociali Matteo Gaggi sui dati dell’attività e sull’andamento dei progetti nuovi realizzati fra il 2015 e il 2016. A seguire, i partecipanti – rappresentanti del volontariato, dell’associazionismo, della cooperazione sociale, delle fondazioni – si divideranno in quattro gruppi di lavoro, per affrontare nel dettaglio emergenze ed esigenze legate a quattro temi: povertà e lavoro, famiglie e bambini, anziani, persone con disabilità.

“I dati 2015 – intervengono il sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai servizi per le persone Simona Benedetti – evidenziano un aumento delle famiglie che vivono in condizioni di povertà, che sono passate dalle 1.587 del 2014 alle 1.897 del 2015. A determinare l’aumento, in particolare, la presa in carico da parte dei servizi di molti adulti che versano in condizioni di grave marginalità sociale, a cominciare da chi vive in strada. Si tratta di un ulteriore segnale dell’impoverimento che sta interessando anche Cesena e della conferma che gli investimenti fatti negli ultimi anni in questa direzione (il dormitorio, l’unità di strada e ora il nuovo centro sociale diurno), hanno risposto ad una esigenza reale”.