Buon compleanno Federico! Domani a Rimini l’appuntamento con Andrea De Carlo

Nel giorno dell’anniversario della nascita del Maestro esce “L’Olimpo”, un libro sulle “divinità felliniane”

014-e-la-nave-va-theredlistRIMINI – In concomitanza con il 97esimo anniversario della nascita di Federico Fellini esce domani per Sem, neonata casa editrice fondata da Riccardo Cavallero e Mario Rossetti, L’Olimpo. I racconti dei miti, uno dei tanti progetti mai realizzati dal Maestro riminese.

Il testo, inedito, curato da Rosita Copioli e Gerald Morin, corredato da un introduzione di Sergio Zavoli, è frutto di un lavoro di ricerca pluriennale. L’Olimpo, pensato dal regista probabilmente come progetto televisivo, è un viaggio allucinato nei territori dell’inconscio, dove le immagini esplodono in un flusso copioso e ininterrotto di intuizioni, suggerimenti e metafore. Sullo sfondo, ancora presente, l’ombra confortante di Jung e della psicanalisi. La libertà fantastica, tratto distintivo dell’immaginario felliniano, fuoriesce prepotentemente dalle pagine dello scritto e con essa una tensione carica di frenetica sensualità.

adc naviglio 8-filteredUno dopo l’alto di susseguono, come umanissimi protagonisti di una tragica commedia, le divinità felliniane: Afrodite, sensuale e provocante, Selene, immersa nell’incanto misterioso della notte, e ancora Minosse, Urano, Dioniso e infine, su tutti, Zeus onnipotente e volubile. La decostruzione del reale orchestrata da Fellini si caratterizza per un incessante utilizzo di immagini cariche di efferata meraviglia, visioni in continua metamorfosi, a metà strada tra realtà e sogno.

Una riproduzione, in alcune pagine incompleta, del dattiloscritto originale, è conservata presso la Cineteca del Comune di Rimini, dove dal 2015 è confluito il materiale della Fondazione Fellini.

In occasione delle celebrazioni del compleanno del maestro, nato il 20 gennaio 1920, il Comune di Rimini ha organizzato un doppio appuntamento in compagnia di Andrea De Carlo, scrittore che ha avuto la possibilità di lavorare al fianco di Fellini. Domani alle 17.30 nelle Sale Antiche della Biblioteca Gambalunga, De Carlo presenterà “L’imperfetta meraviglia” (Giunti), il suo nuovo romanzo che alterna il ritmo del rock, la leggerezza della commedia brillante, e la profondità del tempo che tutto cambia e modifica. A seguire, alle 21 alla Cineteca Comunale sarà proiettato “Le facce di Fellini” film-documentario realizzato da De Carlo nel 1983.

Dopo avere lavorato come assistente alla regia nel film “E la nave va” di Federico Fellini, De Carlo negli ultimi giorni delle riprese cominciò a girare un film in 16 mm con una piccola troupe sul set del film e in diversi luoghi di Cinecittà. Un viaggio dietro le quinte del set, che ci mostra Fellini stesso e i suoi collaboratori, al lavoro. De Carlo indaga con uno sguardo discreto e delicato il rapporto complesso e contraddittorio che esisteva tra il regista e gli attori . Il cast di “E la nave va”, era composto da attori scelti per le proprie capacità artistiche, o semplicemente per alcune caratteristiche fisiche che colpivano l’immaginario creativo di Fellini. Dai grandi professionisti del teatro shakespeariano scelti a Londra, ai non-professionisti napoletani individuati alle audizioni, la varietà delle facce e dei caratteri era straordinaria. Una volta finito “Le facce di Fellini” venne proiettato al Cinefonico di Cinecittà in presenza del regista, e qualche tempo dopo a Saint Vincent, in occasione di una mostra a lui dedicata. Poi misteriosamente scomparve. Ora finalmente, può essere riscoperto dal pubblico riminese, introdotto dalla viva voce del suo autore.

Andrea De Carlo, milanese di nascita, dopo essersi laureato in Storia contemporanea si dedica al viaggio, vivendo per lunghi periodi negli Stati Uniti e in Australia. Il suo primo romanzo, Treno di panna, è stato pubblicato con un’introduzione di Italo Calvino. Oltre che con Fellini, De Carlo ha lavorato anche con un altro maestro del cinema italiano come Michelangelo Antonioni. I suoi romanzi, sono stati venduti in milioni di copie e tradotti in ventisei paesi. Tra quelli di maggior successo ricordiamo Treno di panna, Uccelli da gabbia e da voliera, Macno, Yucatan, Due di due, Tecniche di seduzione, Arcodamore, Uto, Di noi tre.

Info: Cineteca Comunale – 0541.704302/704496 cineteca@comune.rimini.it, www.federicofellini.it