Bologna: “Viva Voce”, oggi Piazza dei Colori si riempirà delle voci di chi la abita

La performance segnalata da Incredibol!

fotovivavoceBOLOGNA – Oggi, Domenica 27 novembre alle 14.30 in Piazza dei Colori, tutti i cittadini sono invitati a portare la propria sedia, a prendere posto nello spazio pubblico, ad alzarsi in piedi e a far sentire la propria voce. Ogni persona che si alza è una voce che si aggiunge. Ogni voce è una dichiarazione di presenza, portatrice di un messaggio, trasportato di fiato in fiato sino a riempire la piazza. Una molteplicità di voci e pensieri che diventa, nella coralità, un linguaggio condiviso.

Il progetto “Viva Voce” di Barbara Baroncini, Laura Bisotti, Simona Paladino e Gabriella Presutto è una performance artistica collettiva per riunire le voci delle persone che frequentano e vivono Piazza dei Colori, all’interno dell’area della Croce del Biacco, nella periferia nord-est di Bologna ed è segnalata da Incredibol! L’innovazione creativa di Bologna. È un invito aperto anche a tutti coloro che vogliono conoscere questa zona della città, condividere il progetto e farne parte.

I partecipanti sono così chiamati a reinterpretare pochi gesti semplici, il cui significato è frutto di un percorso di incontri tra le artiste, ideatrici del progetto, e le persone che gravitano attorno a Piazza dei Colori. Intorno a questo luogo si addensa un contesto eterogeneo e complesso, stratificato in tante realtà associative e numerosi gruppi sociali che abitano la piazza e ne attraversano gli spazi, anche solo temporaneamente. A loro è stato chiesto di riempire di significato quel suono pronunciato ad alta voce, aprendo uno spazio di negoziazione e condivisione dei contenuti per dare insieme un’identità alle voci, renderle vive nella piazza.

Il progetto è vincitore della seconda edizione del premio “Plutôt la vie…plutôt la ville. Premio Roberto Daolio per l’arte pubblica 2015”. Il Premio, istituito dalla Famiglia Daolio e dall’Accademia di Belle Arti di Bologna in collaborazione con il Network Little Constellation di San Marino, è un riconoscimento in ricordo di Roberto Daolio, della sua sensibilità di curatore e critico in ambito nazionale e internazionale e del suo appassionato lavoro di docente nell’Accademia bolognese.

“Piazza dei Colori – afferma l’assessore all’Economia e Promozione della città Matteo Lepore – in questi anni è diventato un importante laboratorio di città collaborativa, e ci auguriamo che iniziative come queste si moltiplichino. Le performance artistiche, anche quando sono temporanee come questa, sanno lasciare un segno positivo nell’immaginario di tutti coloro che partecipano alla sua realizzazione. L’arte e la creatività possono essere potenti strumenti di riqualificazione ‘soft’ e inclusivi, soprattutto nelle zone periferiche della città.”

Simone Borsari, presidente del Quartiere San Donato-San Vitale aggiunge: ‘Un turbine di persone e voci che riempie Piazza dei Colori e la inonda di suoni diversi, ma in armonia. Questa manifestazione artistica esprime bene la direzione verso cui ci stiamo muovendo, come Quartiere e come Amministrazione, per dare nuova linfa vitale ad un luogo carico di energie, di sorprese e di potenzialita’, che merita di essere sempre più apprezzato da chi vi abita e dal resto della citta’.

In collaborazione con:
Incredibol!, Comune di Bologna,
Arca di Noè Società Cooperativa Sociale – Casa Rivani, Ass. Angolo B, Ass. Arti & Restauro Onlus, Ass. Coro Stelutis, Ass. Mattei Martelli, Ass. MakeinBo, Ass. Teatrino a due pollici, Cantieri Meticci, Centro giovanile Mattei Martelli La Saletta, Centro sociale culturale Croce del Biacco, Centro di Cultura Islamica, Cooperativa Sociale Onlus CEMI, Scuola dell’infanzia Villetta Mattei, Scuola Primaria Livio Tempesta, SUMs architects, Tavolo di progettazione partecipata del Quartiere San Donato-San Vitale – gruppo Croce del Biacco-Piazza dei Colori.

con il patrocinio di:
Quartiere San Donato-San Vitale, Accademia di Belle Arti di Bologna