Bologna, sospese cinque attività di vendita per abusivismo commerciale

Alfa-Romeo-Polizia-MunicipaleBOLOGNA – Prosegue, da parte della Polizia Municipale, l’attività di contrasto all’abusivismo commerciale a tutela del consumatore. Nella mattinata odierna, presso il mercato periodico “La piazzola”, agenti e ufficiali del reparto Polizia commerciale, e del reparto Territoriale Porto Saragozza, effettuavano un intervento congiunto e programmato con la Direzione Territoriale del Lavoro Bologna – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Le verifiche sulla regolarità di numerosi banchi di vendita, hanno portato all’identificazione di 15 lavoratori: 8 di questi sono risultati lavoratori “in nero”, inoltre cinque attività sono state sospese. É stata comminata una sanzione amministrativa per mancata esposizione dei prezzi per 1032 euro. Durante i controlli è stata identificata, infine, una persona straniera non in regola con le norme sulla presenza nel territorio italiano, che è stata accompagnata in ufficio e deferita all’Autorità Giudiziaria.

Dall’inizio dell’anno, nell’ambito delle attività di repressione del commercio abusivo, sono state denunciate 62 persone alle quali sono state comminate altrettante violazioni amministrative. É stata recuperata merce, tramite sequestri amministrativi, per un totale di oltre 7500 pezzi con ragguardevole presenza di merce con marchi contraffatti. La vigilanza sulle attività presso il mercato La piazzola ha portato, un mese fa oltre agli esiti dell’attività odierna, al sequestro di un intero banco di vendita ed alla relativa merce esposta.