Bologna, Rispettato il Patto di stabilità 2015

comune di Bologna logoAl via il nuovo assetto della Città metropolitana

BOLOGNA – La Città metropolitana di Bologna ha raggiunto l’importante obiettivo del rispetto del Patto di stabilità relativo al 2015. Un risultato assolutamente non scontato, raggiunto grazie ad un lavoro concertato all’interno dell’amministrazione, che dalla fine di ottobre ad oggi è riuscita a recuperare quasi 25 milioni di euro cercando di ottimizzare le risorse disponibili. Dopo essere stata la prima Città metropolitana in Italia a raggiungere l’Intesa con la Regione, garantendo l’occupazione a tutti i lavoratori, con questo ulteriore traguardo Palazzo Malvezzi può dare concretamente avvio alla riorganizzazione strategica in coerenza con le nuove funzioni dell’ente.

“Il 2016 si avvia con buoni auspici – ha commentato il sindaco metropolitano Virginio Merola – il raggiungimento dell’Intesa prima e il rispetto del Patto di stabilità ora ci permettono di proseguire verso la costruzione di un’istituzione a servizio dei Comuni, forte nell’indirizzo e leggera nella struttura. Un risultato importante ottenuto grazie all’ottimo lavoro di squadra intrapreso con il territorio per il quale ringrazio i sindaci dell’area metropolitana, le imprese, i fornitori e i lavoratori della Città metropolitana”.

Soddisfatto anche Marco Monesi consigliere delegato al Bilancio “il rispetto del Patto di stabilità ci consentirà di destinare risorse derivanti dai risparmi alla produttività dei dipendenti, azione determinante soprattutto in questa fase di riorganizzazione per motivare i lavoratori dell’Ente sottoposti in questi anni a un notevole disagio.”