Bologna: Question Time, chiarimenti sul monitoraggio dell’inquinamento

Risposta dell’assessore alle Politiche per la Mobilità, Irene Priolo, alla domanda d’attualità del consigliere Massimo Bugani

Bologna veduta aereaBOLOGNA – L’assessore alle Politiche per la Mobilità, Irene Priolo, ha risposto alla domanda d’attualità del consigliere Massimo Bugani (Movimento 5 Stelle) sulla richiesta di installare centraline Arpa per monitorare l’inquinamento lungo il tratto interessato dal futuro Passante di Bologna.

Domanda d’attualità del consigliere Bugani
“Visti gli articoli apparsi sulla stampa in merito alla petizione presentata al Comune e sottoscritta da alcuni cittadini del quartiere San Donato per l’installazione delle centraline Arpa come strumento di monitoraggio dell’inquinamento lungo il tratto interessato dal Passante di mezzo,
pone la seguente domanda di attualità per:
avere dall’Amministrazione una valutazione politica amministrativa sul tema;
per sapere se corrisponda al vero che l’Amministrazione non abbia ancora risposto ai cittadini del quartiere San Donato in merito alla petizione presentata;
se la Giunta possa prendere in considerazione la possibilità di sospendere il progetto del passante di mezzo fino a quando non verranno fatti tutti i rilievi necessari”.

Risposta dell’assessore Priolo
“E’ evidente che quando è stata presentata la petizione io non ero ancora insediata per cui non l’ho presa in carico in quel momento, l’ho presa in carico dopo e i cittadini stanno attendendo una risposta anche perché io prima di rispondere volevo che il percorso che stavamo facendo fosse concluso per poter dare una risposta più puntuale nel merito, ovvero gli intendimenti che adesso stiamo assumendo sono di questo genere per cui lo anticipo al consigliere ma i cittadini riceveranno lo stesso tipo di risposta dalla sottoscritta ovvero: alcuni monitoraggi sono stati fatti per la redazione del progetto preliminare ma a seguito anche degli incontri che abbiamo fatto e a seguito anche di un confronto che abbiamo attivato con Arpa, verranno comunque posizionate in maniera ante opera, per cui nella fase precedente anche alla realizzazione dell’opera, quattro postazioni. Verranno posizionate da Autostrade spa, ma su indicazioni che darà Arpa, quindi sarà Arpa che dirà dove andranno posizionate. Sono centraline che saranno installate lungo tutta la fase di monitoraggio di accantieramento.
L’altro aspetto è di lavorare insieme ad Arpa e di vedere come questa prescrizione venga inserita a livello di via, esattamente come fu per l’accordo territoriale sull’aeroporto dove con la prescrizione di via sono state richieste altre due postazioni fisse che verranno installate.
Ci sarà un’installazione precedente e, come ente, chiederò che venga comunque formalizzata una prescrizione che consenta di insediare in maniera fissa e quindi non soltanto provvisoria le centraline lungo il tracciato che non andranno a sostituire quelle già presenti a livello di postazioni, quindi quella di San Felice per intenderci continuerà ad esistere, non è che si toglie. L’obiettivo è fare un monitoraggio che non sia soltanto preliminare ma che sia permanente durante tutto il tempo,.
Ora, Arpa potrà eseguire se la prescrizione di via andrà in questa direzione, cosa che noi chiederemo di fare, per cui un doppio lavoro e ai comitati oggi sono in grado di poter dare una risposta più compita rispetto a quella che avrei dato il 29, quando è arrivata questa domanda, comunque prima della conclusione di questo percorso e di questo confronto che abbiamo fatto”.