Bologna, Progetto Incredibol!

28 mila euro per l’internazionalizzazione di 10 industrie creative del territoriocomune di Bologna logo

BOLOGNA – Il Comune di Bologna, attraverso il progetto INCREDIBOL! – l’INnovazione CREativa di BOLogna, ha selezionato 10 imprese ICC (Industrie Culturali e Creative) meritevoli di un piccolo contributo in denaro (non superiore a 4.000,00 €) per supportare le imprese nelle loro azioni di ampliamento di mercato e di nuovi pubblici internazionali. L’avviso pubblico lanciato a luglio ha visto arrivare, entro la scadenza del 21 settembre, 26 candidature per la richiesta di contributi a totale o parziale copertura di spese per eventi di promozione, di costruzione di contatti o di sviluppo di progetti a respiro internazionale.

I progetti proposti sono risultati equamente distribuiti nelle tre macro-categorie delle ICC (Patrimonio storico ed artistico, Industria dei contenuti, dell’informazione e delle comunicazioni e Cultura materiale – come definito nel Libro Bianco della Creatività del 2009) con una leggera predominanza dell’Industria della produzione dei contenuti, dell’informazione e delle comunicazioni (38%).

Le realtà finanziate sono state selezionate per la loro rilevante scelta strategica di obiettivo di posizionamento su mercati esteri, target di riferimento e di azione proposta.

Tra i soggetti che hanno ottenuto il contributo troviamo: 3 operanti nel settore del design tessile (Cherchez la femme Srl, Artico Srl e Tosca Spose), 1 nel settore della produzione musicale (Audiozone Studio), 1 nel settore dell’editoria (Studio Grimorio), 1 nel settore del jewelry design (Vittorio Ceccoli jewelry design), 2 nel settore della produzione e distribuzione video (Mammut film e Isola Film) e 2 nel design di arredamento e oggettistica (VicoloPagliaCorta e Night Created Design).

Un altro tassello per supportare il settore delle ICC regionali Dal 2010 il Comune di Bologna, tramite il progetto Incredibol! – L’INnovazione CREativa DI BOLogna, supporta le imprese culturali e creative della regione Emilia-Romagna. Un bando periodico, incontri gratuiti aperti al pubblico e opportunità specifiche vengono pensate e organizzate sulle esigenze di imprese e professionisti del mondo creativo.

“E’ stata una piccola azione pilota – dichiara l’assessore all’Economia Matteo Lepore – ma la risposta delle aziende del territorio ci ha dimostrato che è necessario continuare su questa linea. Non a caso fra pochi giorni pubblicheremo i risultati del bando per l’internazionalizzazione dell’espressione musicale ed artistica bolognese, altro tassello volto a supportare i talenti che nascono, crescono e lavorano nella nostra area metropolitana. Esportare e dare visibilità alla creatività del territorio è importante per allargare gli orizzonti del nostro tessuto produttivo con conseguente sviluppo economico ed innovativo, dando luogo a posti di lavoro qualificati e migliorando la qualità della vita”.