Bologna, Presentazione del libro “Abbasso le diete”

libroBOLOGNA – Il 12 Ottobre u.s. alle ore 18 presso la Libreria Mondadori in Via d’Azeglio a Bologna Maurizio Tumminelli Murgano ha presentato il libro “Abbasso le Diete” edito da Europa Edizioni.

Tumminelli Murgano (Laureato in Filosofia della Scienza) affronta l’attualissima questione della diete e della sana alimentazione rivendicando l’equilibrio ineguagliabile della Dieta Mediterranea in quanto unica nel garantire una qualità di salute e benessere empiricamente garantita e consolidata da 5.000 di Storia, ma soprattutto l’unica socialmente compatibile con le nostre abitudini alimentari, vecchie appunto di 5.000 anni.

dieteHa “elaborando” la Dieta Mediterranea 2.1 aggiornata con sistemi “idiot proof” per poter applicare senza alcuna necessità di interpretazione la quantità sufficiente di calorie ed evitare quelle in eccesso.

Nei capitoli precedenti invece affronta con ironia e sarcasmo le maggiori diete degli ultimi 70 anni ed evidenzia i motivi per i quali pur raggiungendo gli obbiettivi previsti e prescritti il peso ritorna puntualmente ai livelli “pre-dieta” nel giro di poco tempo, almeno nella maggior parte dei casi.

I motivi individuati – afferma – sono due e sempre gli stessi:

-1- La dieta di turno è sempre aliena rispetto alle nostre abitudini sociali occidentali;

-2- Il “dietante” deve sviluppare un’adeguata “consapevolezza” e non deve confondere il cibo né con la lussuria né con gli antidepressivi.

Infine, siccome la Dieta Mediterranea è stata ideata da un americano – Ancel Keys: quello della “razione k” dell’esercito -, Tumminelli ha deciso di “riappropriarsene” in nome e per conto di tutti gli italiani e mediterranei rivendicandone paternità e maternità.

Un libro per ridere e dimagrire, ma soprattutto mantenere nel tempo il peso forma: se c’è riuscito lui, la cui forza di volontà ha sempre subordinato la propria inettitudine alla presunzione, possono farcela tutti.

Ha presentato il libro ed ha intervistato l’autore il giornalista e scrittore Gianluigi Schiavon.