Bologna, “Pianificazione strategica e città metropolitana”

Domani il seminario con la partecipazione del sindaco Virginio Merolacomune di Bologna logo

BOLOGNA – Venerdì 11 dicembre, dalle 10, nella Villa Smeraldi, in via Sammarina 35v (San Marino di Bentivoglio – BO) si terrà il seminario “Pianificazione strategica e città metropolitana. Una metodologia innovativa per il Monitoraggio e la Valutazione dei progetti”. Partecipa il Sindaco Virginio Merola

L’elaborazione del Piano Strategico Metropolitano (PSM) di Bologna ha rappresentato un’esperienza peculiare di percorso progettuale condiviso, in grado di valorizzare la cooperazione interistituzionale e favorire la partecipazione attiva e creativa di molteplici soggetti in ambito economico, sociale, culturale.
Una metodologia che ha portato all’identificazione di 67 progetti, un patrimonio di risorse ed energie che risulterà essenziale per l’adozione del nuovo Piano Strategico della Città Metropolitana, l’Atto di Indirizzo fondamentale che consentirà di esplicitare obiettivi generali, settoriali e trasversali di sviluppo di medio e lungo termine, di selezionare le priorità di intervento, di individuare le risorse necessarie e il metodo di attuazione. Un atto di pianificazione strategica che avrà la necessità di articolarsi per progetti e di disporre di un sistema di monitoraggio e valutazione, una strumentazione in grado di registrare gli stati di avanzamento, segnalare le criticità, valutare l’efficienza e l’efficacia delle singole azioni e interventi.
Un “Metodo di lavoro” basato sull’identificazione puntuale di indicatori quantitativi di processo e di risultato, che il Comune di Bologna, grazie alla collaborazione di SCS Consulting e della Segreteria Tecnica del Comitato promotore del PSM, ha prodotto, in prima istanza, con il progetto “Definizione di un sistema di Program Management della fase di attuazione del Piano Strategico Metropolitano di Bologna”. Gli esiti di questo lavoro di analisi vengono ora presentati in un contesto di carattere seminariale e verranno verificati e discussi dagli “addetti ai lavori”, da coloro che hanno svolto funzioni di promozione, coordinamento, gestione dei progetti e delle varie fasi di sviluppo del Piano Strategico Metropolitano. L’obiettivo è quello di consolidare un “punto di partenza”, nella consapevolezza che rimane ancora un tratto di strada da percorrere, specie per quanto riguarda la possibilità di misurazione dell’impatto che l’insieme delle azioni progettuali del Piano Strategico potranno avere sul contesto economico e sociale metropolitano.
Il seminario rappresenterà anche l’occasione per riflettere, in questa chiave, sul futuro della Città Metropolitana nella convinzione che una pianificazione strategica efficace non possa prescindere dalla capacità di mettere in campo una corrispondente “cultura della misurazione e della valutazione”.