Bologna, lotta al gioco d’azzardo

Rinnovato il Protocollo d’intesa tra Comune e Associazionicomune di Bologna logo

BOLOGNA – Rinnovato il Protocollo d’intesa per il proseguimento di azioni di contrasto e prevenzione del fenomeno del gioco d’azzardo e della ludodipendenza tra Comune di Bologna e associazioni aderenti. La Giunta nella seduta di martedì ha rinnovato l’orientamento preso in primavera e a proseguire il “patto” con le associazioni del territorio per azzerare nel tempo tutte le slot e videolottery nei circoli degli enti di promozione sociale e sportiva di Bologna. Questo è infatti l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato con 13 associazioni (Arci, Endas, Csi, Acli, Aics, Ancescao, Fitel, Acsi, Cus, Asi, Pgs, Csen e Uisp).

“Con grande soddisfazione, siamo giunti al rinnovo dell’importantissimo protocollo per la lotta al gioco d’azzardo. Ottimi sono i risultati raggiunti, anche grazie all’alto valore etico che hanno mostrato tutti le parti aderenti, che ringrazio sentitamente – commenta l’assessore alla Legalità, Nadia Monti – Bologna oramai è riconosciuta capitale italiana per il contrasto al gioco d’azzardo patologico, questo è frutto certamente di un grande e intenso lavoro, ma ciò non sarebbe stato possibile senza il supporto dell’associazionismo bolognese, che ancora una volta si distingue a livello nazionale. Ancora molto c’è da fare, e il percorso è irto di ostacoli, ma la via intrapresa è giusta e sta portando risultati insperati. Infine, se i Comuni avessero qualche potere in più, si potrebbe arginare questa vera e propria piaga con maggiore facilità. Così non è, quindi non rimane che fare squadra tra cittadini, associazioni e istituzioni, verso l’obiettivo comune di tutelare quante più persone possibili”.

Il protocollo si affianca alla stretta dal punto di vista urbanistico per combattere il proliferare delle sale giochi, ma anche alle numerose azioni di promozione della legalità finalizzate al contrasto del gioco d’azzardo come la sottoscrizione del “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo” o la raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare “Tutela della salute degli individui tramite il riordino delle norme vigenti in materia di giochi con vincite in denaro – giochi d’azzardo”, che solo a Bologna ha raccolto oltre 5.500 firme. Il comune di Bologna aderisce inoltre a “Mettiamoci in gioco”, la campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo nata con un appello ai partiti e ai candidati ad assumere l’impegno, di regolamentare la diffusione del gioco d’azzardo nel nostro Paese, e partecipa al progetto “Fai la Cosa Giusta”, che ha coinvolto alcune scuole cittadine nella formazione sulla legalità e la ludodipendenza.