Bologna: Inaugurato l’ultimo “lotto” della Trasversale di Pianura

Costato 11,5 milioni di euro, completa una delle strade più importanti dell’area metropolitana nella provincia di Bologna, che collega San Giovanni in Persiceto a Medicina toccando, lungo i suoi 43 chilometri. Taglio del nastro con Donini, Monesi, Pierinifoto aerea Trasversale

BOLOGNA – Si sono conclusi dopo decenni i lavori di realizzazione della Trasversale di Pianura, la strada provinciale SP 3 che collega San Giovanni in Persiceto a Medicina toccando, lungo i suoi 43 chilometri, i comuni di San Giovanni in Persiceto, Sala Bolognese, Argelato, Castel Maggiore, Bentivoglio, Granarolo, Budrio e Medicina.

Il taglio del nastro dell’ultimo tratto, il cosiddetto Lotto B che è stato realizzato in questi ultimi due anni, è avvenuto questa mattina alla presenza di Raffaele Donini assessore alle Infrastrutture Regione Emilia-Romagna, Marco Monesi consigliere delegato alle Infrastrutture della Città metropolitana e Giulio Pierini sindaco di Budrio. L’apertura al traffico automobilistico avverrà dopo il 25 aprile.

La Trasversale di Pianura è formata da due tronchi: il primo, lungo circa 22 km, parte dall’intersezione con la SP 568 “Di Crevalcore” fino all’intersezione con la SP 5 “San Donato”. Il secondo, lungo circa 21 km, va dall’intersezione con la SP 5 “San Donato” all’intersezione con la SP 253 “San Vitale”.

L’importo del progetto Lotto B è di 11,5 milioni di euro finanziati dalla Città metropolitana (5,6 milioni) e dalla Regione Emilia-Romagna (5,9 milioni).

Il tracciato:

Con la realizzazione del Lotto B, nel II Tronco, si raggiunge l’obiettivo della continuità del percorso extra urbano della Trasversale di Pianura da ovest (SP 568 “Di crevalcore”) ed Est (SP 253 “San Vitale”) e della salvaguardia dal traffico degli abitati presenti.

Il Lotto B in particolare prosegue e conclude la Variante alla SP 3 “Trasversale di Pianura” nel territorio del Comune di Budrio; il suo tracciato, partendo dallo svincolo con la via Calamone, dove ha termine il Lotto A (aperto al traffico nel 2014 e costato oltre 10,7 milioni di euro di cui circa 5 milioni della Regione), prosegue in direzione Ovest intersecando la strada comunale Armiggia, per poi piegare leggermente verso Sud prima di scavalcare la strada comunale Marana.

Infine, dopo un’ampia curva e contro-curva per abbassarsi ulteriormente a Sud e riallinearsi con il tracciato della esistente SP 3, e dopo avere scavalcato la strada comunale Cerlacchia, il lotto B termina con uno svincolo a livelli differenziati con la vecchia Trasversale di Pianura, tramite il quale sarà possibile riconnettere il tracciato esistente che verrà abbandonato, declassandolo a strada comunale.

“Con la conclusione di quest’operaafferma Marco Monesi, Consigliere delegato della Città metropolitana a Mobilità, Viabilità, Trasporti e Manutenzione delle stradesi aggiunge un altro tassello al lavoro della Città metropolitana volto a razionalizzare il sistema della viabilità del territorio e a migliorare la sicurezza oltre ad elevarne la qualità”.