Bologna, “Futuro metropolitano. Dalla voce delle Unioni agli Indirizzi per il nuovo Piano strategico metropolitano”

Futuro Metropolitano-PSM 2.0Il Documento di indirizzi del PSM 2.0 sarà presentato il 6 aprile  alla presenza del ministro Delrio

BOLOGNA – Ci sarà anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio al convegno “Futuro metropolitano. Dalla voce delle Unioni agli Indirizzi per il nuovo Piano strategico metropolitano” – in programma a Bologna mercoledì 6 aprile dalle ore 16.30 al Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo – in cui sarà presentato il Documento di indirizzi del Psm 2.0, che definirà le linee di sviluppo del territorio metropolitano per i prossimi 10 anni.

Reso obbligatorio dalla legge Delrio, il nuovo Piano strategico metropolitano riprende e aggiorna i contenuti del primo Psm del 2013 e costituisce il punto di riferimento per la guida del governo del territorio metropolitano di Bologna. Un Piano strategico solido ed efficace, capace di promuovere una costruzione e un rinnovamento visibili e consistenti alla luce della visione e delle indicazioni emerse dai territori durante il percorso di ascolto “La voce delle Unioni” che ha coinvolto la comunità metropolitana in 6 incontri – dalla Rocchetta Mattei di Grizzana Morandi alla Datalogic di Calderara di Reno – in cui sono state raccolte le proposte di oltre un centinaio di amministratori e rappresentanti dell’industria, del lavoro, del sistema educativo, del welfare e della cultura.

Marketing territoriale per rendere più attrattiva Bologna metropolitana; rigenerazione urbana e ambientale per città più belle, sicure e sane; mobilità intelligente per ridurre traffico e inquinamento; promozione dell’imprenditorialità in collegamento con scuola e ricerca; sostegno all’offerta e alla domanda di cultura; un sistema educativo equo e paritario dalla prima infanzia all’università; rafforzamento del sistema di welfare: sono questi i 7 obiettivi individuati dal Documento di indirizzi, tenendo conto anche delle possibilità offerte dai finanziamenti europei e nazionali e delle finalità perseguite dalla politica regionale.

Oltre al ministro Graziano Delrio e al sindaco Virginio Merola, al convegno “Futuro metropolitano” interverranno il rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini, il direttore generale dell’Azienda Usl Chiara Gibertoni e il presidente del Comitato scientifico del Psm 2.0 Daniele Donati. Voce al territorio metropolitano con Gabriele Minghetti (sindaco di Pianoro e presidente dell’Unione Savena Idice), Belinda Gottardi (sindaco di Castel Maggiore e presidente dell’Unione Reno Galliera), Romano Franchi (sindaco di Marzabotto e presidente dell’Unione Appennino Bolognese) e Daniele Manca (sindaco di Imola e presidente del Nuovo Circondario Imolese). Per un confronto con l’Europa ci saranno Nicolas Gharbi della Direzione generale Politica regionale e urbana della Commissione europea e Jean-Bernard Auby, professore di diritto pubblico all’Istituto di studi politici Sciences Po di Parigi.

In vista del convegno del prossimo 6 aprile la Città metropolitana ha realizzato i video “La Città metropolitana che vorrei” e “Parlami di lei” in cui prendono la parola l’arcivescovo Matteo Maria Zuppi e l’attrice e autrice teatrale Marinella Manicardi, il teologo Vito Mancuso e la responsabile delle cure palliative dell’Azienda Usl Danila Valenti. E, ancora, l’amministratore delegato di Ducati Claudio Domenicali, il portavoce del Forum terzo settore di Bologna Stefano Brugnara, l’architetto e designer Mario Cucinella, il terzino del Bologna football club Adam Masina, lo scienziato Vincenzo Balzani e il compositore e musicista Ezio Bosso.

 Il programma dettagliato dell’incontro sarà pubblicato nei prossimi giorni.

Iscrizioni online: http://www.cittametropolitana.bo.it/questionari/index.php/823894?lang=i