Bologna: Elezioni metropolitane, 18 i consiglieri eletti

13 al PD, 2 a Rete civica e Uniti per l’alternativa, 1 al M5S

elezioni-consiglio-metropolitanoBOLOGNA – Si è concluso lo spoglio delle Elezioni del Consiglio metropolitano che si sono svolte ieri (l’affluenza é stata dell’80,9%). L’ufficio elettorale della Città metropolitana procederà ora ai riconteggi e alle verifiche di rito e proclamerà ufficialmente gli eletti nella serata di oggi.

Questi i 18 consiglieri che entreranno a far parte dell’assemblea di Palazzo Malvezzi:

– per RETE CIVICA, alla quale spettano 2 seggi: Alessandro Santoni e Lorenzo Mengoli;
– per il PARTITO DEMOCRATICO, al quale spettano 13 seggi: Giampiero Veronesi, Raffaele Persiano, Daniele Ruscigno, Raffaella Santi Casali, Luca Lelli, Elisabetta Scalambra, Marco Monesi, Francesco Errani, Simona Lembi, Mariaraffaella Ferri, Daniele Manca, Massimo Gnudi, Fausto Tinti;
– per il MOVIMENTO 5 STELLE, al quale spetta 1 seggio: Paolo Rainone;
– per UNITI PER L’ALTERNATIVA, al quale spettano 2 seggi: Marta Evangelisti e Erika Seta.

elezioni-consiglio-metropolitano1Nello scorso Consiglio metropolitano il Pd aveva 12 seggi, Uniti per l’Alternativa 3, Sinistra per i beni comuni 1, Rete civica 1, Movimento cinque Stelle 1.
Tra i 18 neo consiglieri metropolitani ci sono: 12 uomini e 6 donne, 7 sindaci e 11 consiglieri comunali (di cui 5 del comune capoluogo), 8 consiglieri uscenti rieletti (Ruscigno, Santi Casali, Monesi, Ferri, Manca, Gnudi, Tinti per il Pd ed Evangelisti per Uniti per l’Alternativa). L’età media è di 48 anni.

(foto delle votazioni e tabella con tutti gli eletti con il corrispettivo quoziente elettorale (in queste elezioni infatti il peso del voto variava a seconda della grandezza del Comune dell’elettore) e la carica che ricoprono nel Comune di provenienza