Bologna, comparto ex Mercato Navile

comune di Bologna logoConvenzione tra Comune e Acer per la realizzazione di 33 alloggi di Edilizia  residenziale sociale

BOLOGNA – Approvata la convenzione tra Comune di Bologna e Acer per la realizzazione di 33 alloggi di Edilizia residenziale sociale (ERS) nel comparto ex Mercato Navile. Grazie all’ok della Giunta nella riunione di martedì scorso ACER potrà avviare le procedure per la riqualificazione del lotto G del comparto, di sua proprietà.

L’intervento interessa una superficie utile di circa 2.318 metri quadrati, corrispondente appunto a 33 alloggi destinati alla locazione permanente con canoni calmierati, la cui assegnazione sarà stabilita dal Comune. Oltre agli alloggi sarà attuata anche una superficie non residenziale (circa 851 metri quadrati di superficie utile) e parcheggi privati per altri 1.162 metri quadrati circa.

A seguito del raggiungimento dell’equilibrio finanziario tra oneri sostenuti da ACER per la realizzazione dell’intervento e canoni incassati, al netto delle spese (circa 17 anni), l’immobile verrà trasferito a titolo gratuito al Comune, che continuerà a utilizzarlo per la locazione convenzionata.

Questo intervento beneficia del finanziamento del “Fondo per l’attuazione del Piano Nazionale per le Città: 5,750 milioni di euro del finanziamento necessario vengono infatti dal Piano Città, 3,171 milioni dal Comune di Bologna e 1,179 milioni da ACER.

La convenzione con il Ministero e ACER per l’attuazione dell’intervento incluso nel Piano città è stata registrata il 16 ottobre 2014: da quella data decorrevano i 6 mesi previsti come termine per l’inizio lavori. I lavori effettivamente avviati da ACER sono costituiti dalla bonifica da ordigni bellici, scavo archeologico, scavo a quota fondazioni e altro. Entro novembre è prevista la consegna dei lavori per completare le opere preliminari che consentirà di predisporre il progetto di scavo da far approvare alla Soprintendenza archeologica. Successivamente si potrà predisporre la gara d’appalto per la realizzazione dell’edificio. Il completamento è previsto per fine 2018. ACER non attuerà invece l’altra parte del lotto G, destinato ancora ad abitazioni, ma non ERS.

Il via libera alla riqualificazione del lotto G arriva dopo un’altra importante operazione: l’individuazione da parte della Giunta del promotore per la concessione di servizi relativa alla gestione di alloggi ERS nell’ambito del comparto “Ex Mercato-Navile”, 320 alloggi nei lotti H, N e 2 di proprietà comunale. I due interventi sui lotti H, N, 2 e G sono molto importanti per dotare questa area centrale in trasformazione di una buona quantità di alloggi in affitto a canone convenzionato per famiglie con redditi intermedi, che potranno beneficiare di canoni inferiori a quelli di mercato e di servizi a esse dedicati.

Le altre risorse del Piano Nazionale per le Città, per i quali al Comune di Bologna sono stati assegnati 10,25 milioni di euro dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, verranno invece utilizzate per finanziare interamente la riqualificazione della grande pensilina una volta a servizio del vecchio mercato ortofrutticolo, una pregevole opera di ingegneria della metà del secolo scorso, destinata a divenire una grande piazza coperta e illuminata, integrata da un nuovo edificio di circa 1.300 metri quadrati di superficie utile, comprendente un centro culturale e una sala polivalente (4,5 milioni di euro). Un intervento che, come quello in corso per la realizzazione della Casa della Salute della AUSL, è molto importante per l’integrazione tra nuovi e vecchi abitanti in una logica integrata di riqualificazione urbana.