Biblioteca Ariostea, incontro rappresentanti delle strutture ferraresi

Biblioteca Comunale Ariostea FerraraArchivi a raccolta, per individuare una struttura comune di conservazione

FERRARA – Per avviare una più efficace collaborazione fra gli archivi delle comunità locali del territorio ferrarese si sono incontrati giovedì scorso, 19 novembre in Biblioteca Ariostea, i rappresentanti degli archivi dei Comuni della Provincia di Ferrara, della Fondazione Teatro Comunale, dell’Università di Ferrara e della Diocesi.

Durante la riunione, presieduta da Enrico Spinelli, dirigente del Comune di Ferrara, sono state illustrate le novità intervenute nel settore dopo il riordino delle autonomie locali e la soppressione delle Provincie. Una normativa che ha imposto cambiamenti profondi in alcuni ambiti e in particolare nella gestione dei servizi culturali. A tutt’oggi non sono ancora del tutto chiare a chi saranno attribuite le competenze che in precedenza esercitava la Provincia di Ferrara.

Il Comune di Ferrara, che nei mesi scorsi si era già fatto promotore di Bibliopolis, un progetto volto a supportare le comunità locali nella gestione delle biblioteche pubbliche, propone di accrescere il livello di condivisione fra Comuni anche nell’ambito archivistico attraverso un analogo strumento.

Spinelli ha indicato in una visione unitaria di archivi e biblioteche una delle priorità strategiche del prossimo futuro, in modo da allineare strutture che nella maggior parte dei Comuni sono già accorpate in un unico servizio e utilizzano il medesimo personale. Una soluzione che consentirebbe di rapportarsi con maggior efficacia anche con la Regione Emilia Romagna, l’ente che nei prossimi mesi dovrà decidere in quale modo strutturare i servizi culturali locali.

Tutti gli intervenuti hanno sostenuto con convinzione la necessità di dare vita a questo nuovo progetto di cooperazione fra enti locali per affrontare le tante problematiche comuni e accrescere le capacità progettuali degli archivi del territorio ferrarese, in particolare nell’ambito formativo, didattico e culturale.

In quest’ottica, l’individuazione di una comune struttura di conservazione per concentrare libri e documenti destinati alla custodia permanente, è stata una delle proposte più interessanti emerse dall’incontro.

A metà maggio si dovrebbe concretizzare un primo momento di condivisione e di festa. In tale occasione l’Archivio Storico del Comune di Ferrara celebrerà il primo decennale di attività nella nuova struttura di via Giuoco del pallone e gli archivi del ferrarese si incontreranno per festeggiare e avviare il percorso comune.