bè bolognaestate2016, gli appuntamenti di venerdì 8 luglio

vito-lo-schermo-sul-leggio-piazza-scaravillizambaBOLOGNA – Di seguito gli appuntamenti del cartellone di bè bolognaestate 2016 per venerdì 8 luglio. Il calendario completo con tutte le informazioni aggiornate è disponibile su www.bolognaestate.it

Tra le iniziative da segnalare:

venerdì 8 luglio

ore 20 Varignana Music Festival 2016 – III edizione (Concerto d’apertura)
Palazzo di Varignana – Via Ca’ Masino 611A, Varignana BO
Quartetto di Cremona, Antonio Meneses violoncello – Musiche di Piatti, Schubert.
Alfredo Carlo Piatti (1822-1901) Due Capricci op. 25 per violoncello solo: n. 2 Andante religioso – n. 5 Allegro comodo; Franz Schubert (1797-1828) Quintetto per archi in do maggiore D 956.
Al Quartetto di Cremona, protagonista di pluripremiate incisioni e considerato dalla critica il vero erede del celebre Quartetto Italiano, sono dedicate tre serate del Festival, in una sorta di ritratto che lo vede al fianco di altrettanti solisti. Per l’inaugurazione la compagine ‘duetterà’ con un altro maestro del nostro tempo, il celebre violoncellista brasiliano Antonio Meneses, perfezionatosi con il grande solista e didatta Antonio Janigro e protagonista sui palchi di tutto il mondo sin dalla vittoria del Premio “Čajkovskij” nel 1982. Sarà Meneses ad aprire il concerto con due Capricci di Alfredo Piatti, soprannominato “il Paganini del violoncello”, e autore di ben 33 opere per il suo strumento. Il Quartetto di Cremona e Meneses uniranno poi i loro archetti in un capolavoro assoluto, il Quintetto D 956, completato da Franz Schubert poche settimane prima di morire, dove la scelta timbrica rinuncia alla classica seconda viola (come in Mozart o in Beethoven) a favore della voce piena e profonda del violoncello.

quartetto-di-cremonavarignana-music-festivalIl concerto inaugura il “Varignana Music Festival 2016”, a cura di Fondazione Musica Insieme, che, dall’8 al 16 luglio, vedrà esibirsi i più interessanti interpreti del panorama musicale internazionale, nell’incantevole scenario di Palazzo di Varignana Resort & SPA.
A pagamento
www.varignanamusicfestival.it

ore 21 Orchestre e musiche senza frontiere
Castello di Bentivoglio via Saliceto, 1 Bentivoglio Bo
Molinella Ocarina Group – XX Festival di musica da camera. Castello di Bentivoglio
Il MOG, nato nel 2011, è formato da giovani musicisti polistrumentisti, guidati dal M° Emiliano Bernagozzi. Con i loro concerti portano avanti la tradizione musicale emiliana e la diffondono nel mondo. Vincitori di molti concorsi nazionali ed internazionali, sono in procinto di partire per una tourneè in Giappone e Taiwan. Il loro repertorio spazia dal classico al folk, pop, colonne sonore e musiche orientali. In programma brani della tradizione popolare, ma anche Vivaldi, Mozart e Strauss.
A pagamento
http://www.iltemporale.it/

21.15 Vocazione al contatto
Arena Pier Paolo Pasolini
La boxe al Pilastro: Un ring al parco. Riunione di boxe e thai a cura di A.S.D. Boxe le Torri.
Combattimenti di boxe e thai animeranno l’Arena Pasolini, che si trasformerà in un ring a cielo aperto. Si affronteranno atleti della storica palestra del Pilastro A.S.D. Boxe le Torri e della scuola Thai Gym, ma anche di altre palestre cittadine e nazionali. Animazione e visual “Pilastro Boxing Combos” a cura di Kinodromo.
Gratuito
https://pilastro2016.wordpress.com/primaverapilastro2016-programma/

ore 21.30 BOtanique 7.0
Giardini di via Filippo Re, 6
Moja live – I Moja sono una band giapponese originaria di Tokyo formata da Haru e Masumi, rispettivamente basso/voce e batteria. Il loro stile spazia fra rock, dance, jazz e punk, creando un’esperienza musicale appassionata e fragorosa come non ne avrete mai provate prima.
Gratuito
http://www.botanique.it/

ore 21 Montagnola Music Club 2016
Parco della Montagnola – via Irnerio 2/3
Reunion Big Band “Omaggio a Marco Tamburini”. Marco Tamburini è stato l’ideatore e direttore del progetto “Reunion Big Band” che iniziò a Bologna nel 1999 e col quale Marco intendeva riunire alcuni tra i migliori musicisti jazz tra l’Emilia Romagna e la Toscana.
Saxes: sax alto Nico Gori e Luigi Rinaldi; sax tenori Fabio Petretti e Piero Odorici; 
sax baritono Dario Cecchini.
 Trombe: Luca Marianini, Davide Ghidoni, Diego Frabetti, Andrea Guzzoletti.
Tromboni: Roberto Rossi, Stefano Scalzi, Andrea Angeloni, Riccardo Tonello e Giancarlo Giannini. Ritmica: batteria Stefano Paolini; contrabbasso Paolo Ghetti; pianoforte Stefano Onorati. Voce: Chiara Pancaldi.
Marco Tamburini è stato sicuramente uno dei musicisti jazz più importanti della scena italiana e internazionale, l’immenso talento e la professionalità sono sempre emersi nei progetti in cui lui credeva molto come la sua Reunion Big Band. La grande umanità che lo caratterizzava gli ha permesso di costruire gruppi coesi tra colleghi e dare spazio a molti giovani per fare esperienza e apprendere l’arte della musica. L’impostazione del gruppo, che strizza l’occhio alla tradizione della big band, da Count Basie a Slide Hampton si completa con una panoramica sonora attraverso i suggestivi brani di Marco Tamburini, che rivolge il suo sguardo a 360 gradi nella musica: dalla classica, al jazz di matrice afroamericano, al jazz europeo.
http://www.montagnolabologna.it/

Kilowatt Summer
Serre dei Giardini Margherita – via Castiglione, 132-136
La Cura. Il Festival – Complessi, Connessi, Indisciplinati (dall’8 al 10 luglio)
A cura di Kilowatt, Salvatore Iaconesi e Oriana Persico. La Cura è un processo. La Cura è una performance partecipativa. La Cura è arte delle relazioni. La Cura è anche un libro che racconta la storia straordinaria di Salvatore Iaconesi e Oriana Persico, di come hanno affrontato il cancro per uscirne con un nuovo approccio alla vita. La Cura è un festival che prende vita negli spazi rigenerati di Kilowatt: tre giorni di eventi, performance, esposizioni, laboratori, musica, cibo e condivisione collegati da quattro temi: relazione, complessità, interconnessione, trasgressione. Dalle piante all’interaction design, dalla fotografia all’alimentazione, forme di espressione differenti che parlano il linguaggio della Cura.
_ore 19 Andrea Sartori live + Marco Unzip dj. Andrea Sartori, musicista, fondatore e coordinatore del FabLab Bologna, torna in scena con il suo Sartofono: strumento musicale auto-costruito con tecnologia open source (arduino e tanti sensori) con il quale crea arpeggi e assoli per atmosfere retro-future disco.
Gratuito
kilowatt.bo.it

ore 20 Covo Summer Club
Covo Summer Club – viale Zagabria 1
BeMyDelay + Egle Sommacal (Massimo Volume). BeMyDelay nasce a Bologna nel 2011 come progetto solista di Marcella Riccardi (Massimo Volume, Franklin Delano, Blake/e/e/e). Dopo un primo album solista, “To the Other Side” (2011) uscito per Boring Machines ed elogiato da Julian Cope, Marcella pubblica un secondo disco in collaborazione con Maurizio Abate, “Hazy Lights” (2013). Nel 2015 Marcella rinsalda il rapporto di collaborazione con la batterista Vittoria Burattini, dopo aver suonato con lei nei Massimo Volume e Franklin Delano. Ne scaturisce un trio, con Dominique Vaccaro alle chitarre, a cui si aggiunge Maurizio Abate nella primavera 2016.
Il primo Lp della formazione a quattro è attualmente in lavorazione. Egle Sommacal, lo storico chitarrista dei Massimo Volume presenta il nuovissimo album “L’atlante della polvere”, uscito per Sangue Dischi, Fallo Dischi e Martire Dischi.
Gratuito
http://covoclub.it/bo/

ore 21.30 Salotto del jazz
Via Mascarella, 4/B
Salotto Beatles: Fab4tet – un sentito omaggio in chiave jazz e bossa alla musica dei Beatles
La musica dei Beatles è ormai entrata nell’ immaginario collettivo del nostro tempo ed ha influenzato anche i migliori jazzmen più attenti al contemporaneo. Non poteva mancarne al Salotto un sentito omaggio, in chiave naturalmente jazz…. ma con un pizzico di bossa.
Fab4tet: Selene Maggio – voce; Claudio Tuma – chitarra; Mirco Reggiani – basso; Helder Stefanini – batteria.
http://www.cantinabentivoglio.it/

Cuore di Persia
Teatri di vita – via Emilia Ponente 485
ore 20 L’Omossessuale e la difficoltà di esprimersi, di Copi. Spettacolo per la regia di Andrea Adriatico (replica).
ore 21.15 Mud – uno spettacolare evento di teatro fisico in prima nazionale
Un uomo forma una creatura di fango: dalla Creazione biblica al Golem, da Metropolis ai robot, un’intera tradizione si concentra in questo spettacolo senza parole, inquietante ed emozionante, ad alto tasso di visionarietà e spettacolarità, già presentato in diversi festival europei. Crazy Body Group è una delle più importanti formazioni di teatro fisico del panorama iraniano. Regia di Yaser Khaseb.
ore 22.30 The 17s – un documentario sugli adolescenti iraniani (2013).
Metti una cinepresa in mano a 4 diciassettenni (2 ragazze e 2 ragazzi) e chiedi di filmare la loro vita: ne vien fuori uno spaccato di quotidiana adolescenza che può essere identico a qualsiasi latitudine, magari in Iran, come accade in questo film. La cameretta e le feste, i rapporti con il sesso opposto e con i genitori, la scuola di teatro e il test di ammissione all’università: tutto visto attraverso i loro occhi, spesso sorridenti e spesso tristi o in lacrime. Un’occasione davvero unica per vedere quella società attraverso gli occhi dei suoi giovanissimi… e per riconoscere le stesse fantasie, gli stessi desideri, le stesse paure che vivono anche i nostri ragazzi.
Ingresso agli spettacoli ed alle proiezioni del Festival a pagamento. Sono visitabili gratuitamente dalle ore 16.45 le mostre fotografiche “Timeless Persia + Sokut” di Davide Palmisano e Manuela Marchetti e “All about me” di Tahmineh Monzavi.
http://www.teatridivita.it/cuoredipersia/

ore 21.45 Zambè
Piazza Scaravilli
Vito interpreta i racconti di Goscinny & Sempé “Le Petit Nicolas” con le immagini tratte dal film Il Piccolo Nicolas e i suoi genitori di Laurent Tirard.
Nell’ambito di Lo schermo sul leggio, ciò che non hai mai visto in un libro e mai letto in un film, ideazione, drammaturgia e regia di Ivano Marescotti; una produzione Patàka di Ivano Marescotti e di Ifigenia Kanarà, realizzata con la collaborazione di Cronopios.
Lo schermo sul leggio che contiene anche Lo schermo sul leggio ragazzi! è il progetto artistico di Patàka srl di Ivano Marescotti e di Ifigenia Kanarà. Ivano Marescotti ha ideato gli spettacoli della rassegna mettendo in rapporto tra loro diverse discipline artistiche – letteratura, cinema e teatro – non solo per raccontare una storia, ma anche per rispondere ad alcuni quesiti sulla condizione umana e sulla nostra “indecifrabile” età contemporanea.
Gratuito
https://eventi.unibo.it/zambe

ore 21.30 R-estate al Giardino Fava
Giardini Fava – Via Milazzo
Federico Cimini live, nell’ambito di Folkologia – rassegna di musica folk, là dove soul, blues e cantautorato si fondono. Federico Cimini, classe ’88, cresce a San Lucido in provincia di Cosenza, per poi trasferirsi a Bologna. Nel 2013 esce l’album L’importanza di chiamarsi Michele (MkRecords). Il 2015 è l’anno di Pereira (MkRecords), che raccoglie intorno a sé l’attenzione di pubblico e critica, grazie al suo fresco cantautorato in grado di captare l’interesse anche delle giovani generazioni. Sul palco intraprende collaborazioni con numerosi artisti della scena indipendente e viene indicato da Rockit come uno tra i dieci artisti emergenti da tenere d’occhio.
Dalle 19.30 : Musica dal vicinato dj-set a cura dei vicini in collaborazione con la Social Street di Via Fratelli Rosselli e dintorni.
http://www.dry-art.com/

ore 21 Commediestate Maschere vive in città
Cava delle Arti – via Cavazzoni 2/g
“Il Barbiere di Siviglia”, compagnia I Melomani. Prima Nazionale per la trasposizione in Commedia dell’Arte dell’opera di Rossini. Regia di Massimo Macchiavelli e Colette Tomiche. Ispirato al testo di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais. Con Luca Gwynplaine Zilovich, Emanuele Baldassini, Sara Magrin, Giulia Magnabosco, Sofia Bròcani, Vittorio Fool-goni.
La bella Rosina è innamorata del Conte d’Almaviva, ma l’amore è ostacolato dall’anziano e avaro tutore della ragazza, che la vuole sposare ed ereditare la sua ricca dote. Ad aiutare i due innamorati arriverà Figaro, il factotum della città, che grazie alle sue geniali furberie, rovescerà gli equilibri creando comiche e paradossali situazioni. Lo spettacolo si ispira alla famosa opera di Rossini ed è allestito in Commedia dell’Arte, un genere teatrale rappresentato in maschera che nel rinascimento diede vita al teatro professionale rendendo gli attori italiani noti in tutta Europa. A distanza di secoli fa ancora ridere tutti, emoziona, parla di noi, sbeffeggia sia i propri vizi che quelli dei potenti (perchè ci sono ancora servi e padroni..).
Ingresso a offerta libera
http://www.fraternalcompagnia.it/

ore 21.45 Sotto le stelle del cinema
Piazza Maggiore
“Il bambino che scoprì il mondo” (Brasile/2013) di A. Abreu (80’) nell’ambito di Schermi e lavagne.
Gratuito
cinetecadibologna.it

ore 21.30 Crudo – total design box
Ex Ospedale dei Bastardini – via d’Azeglio 41
Videoclip Night – Serata dedicata al videoclip musicale con incontri, proiezioni e la presentazione del bando Video Freccia 2016 per i migliori videoclip prodotti in Emilia Romagna.
Ingresso libero
http://www.crudotdb.com/

ore 21 PaRcoscenico
Parco di Villa Angeletti – via Carracci 10
Proiezione del film “Quelle due” nell’ambito di Che Genere? rassegna di film che si propone di esplorare le tematiche legate al genere ed alla sessualità attraverso la visione di pellicole che, spaziando tra i decenni e mostrando linguaggi e produzioni differenti, permettano di proporre un’analisi dei comportamenti e dell’evoluzione storica dell’approccio a questi temi che sia fruibile da qualsiasi tipo di pubblico. La filmografia è stata infatti scelta per essere adeguata per famiglie con bambini, per giovani e per qualsiasi avventore del Parco. L’introduzione iniziale a cura dell’Associazione Culturale Diciottoetrenta servirà a mettere in luce le tematiche e fornire possibili chiavi di lettura. In collaborazione con Vitruvio.
https://www.facebook.com/parcoscenicobologna/?fref=ts

ore 23.30 Lady Stardust. Un’Estate sull’altra sponda
Cassero LGBT Center – via Don Minzoni 18
Trash for free dj set – Righeira o Lady Gaga? Sabrina Salerno o David Guetta? L’appuntamento mensile con il trash di ieri e di oggi, torna in versione estiva. In consolle il dj duo dei Ricchi & Prodigy, pronti a fare gli onori di casa.
Ingresso gratuito con tessera
cassero.it

ore 21.45 Arena Puccini 2016
Arena Puccini – via Sebastiano Serlio 25/2
“Il caso Spotlight” di Thomas McCarthy, USA/2016, 128’. Con Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams, Liev Schreiber, John Slattery. Oscar come miglior film e miglior sceneggiatura 2016.
Ingresso a pagamento
cinetecadibologna.it

babybè

ore 21.30 Serestate
Parco Grosso – via Erbosa 16/22
Il sogno di Merlino – spettacolo per bambini dai 5 ai 10 anni de La Baracca – Testoni Ragazzi.
Merlino conosce il potere degli alberi e ogni suo segreto. Ora è addormentato sotto la grande quercia, immerso in sogni colorati. Dal bosco arrivano curiosi gli esseri fatati che lo abitano: racchiudono in sé gli spiriti di tutti gli animali di Brocelandia e hanno sete di racconti.
Ingresso 5 €. Il biglietto è acquistabile online sul sito testoniragazzi.it oppure sul luogo dello spettacolo, la sera stessa, secondo le disponibilità.
Per informazioni: 339 4096410, dal lunedì al venerdì, dalle 12 alle 16, o un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.
http://www.testoniragazzi.it/

ore 18 Guasto più che mai
Giardino del Guasto
I racconti cuciti di Delmanto – Conto cuci delmi canto/cuento coso delmi canto
Racconti cuciti su onde sonore spagnolitaliane guaste, per tutti quelli che hanno qualcosa da sognare e immaginare.
Laboratori a cura di Delmira San Mateos Valenzuela e Antonella Tandi.
Nel giardino sarà presente Guastino, barettino del bambino per degustare la merenda offerta da Alce Nero. A disposizione per le esplorazioni avremo inoltre il Trono della guasta giungla per celebrare mille trionfi nel verde del giardino.
http://associazionegiardinodelguasto.blogspot.it/

Tutto il cartellone di bè bolognaestate 2016, caratterizzato dall’immagine della pecora realizzata da Cristian Chironi – già creatore di “Donkeys Tower” il Vecchione del Capodanno 2015/2016 è disponibile su bolognaestate.it, area di Bologna Agenda Cultura, il sito del Comune di Bologna che raccoglie e presenta ogni giorno le informazioni sulle attività culturali cittadine bolognagendacultura.it
Tutti gli eventi del cartellone sono presenti anche nell’app Bologna Agenda Cultura.
Info per scaricarla : www.bolognagendacultura.it/app
L’estate è anche mostre e musei: con la Card Musei Metropolitani di Bologna, tanti vantaggi e nuove opportunità per visitare i musei, le mostre e il patrimonio storico-artistico di Bologna e dell’area metropolitana www.cardmuseibologna.it

bè bolognaestate 2016 è il cartellone di eventi sostenuto e coordinato dal Comune di Bologna, con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e Gruppo Unipol.
artwork originale: Cristian Chironi
identità visiva e gestione artwork: LO studio

bè bolognaestate 2016
bolognaestate@comune.bologna.it
www.bolognaestate.it
bolognagendacultura.it

Facebook: https://www.facebook.com/bocultura
Twitter https://twitter.com/BolognaCultura
Instagram https://instagram.com/bolognacultura
#bolognaestate