bè bolognaestate 2016, dall’8 settembre la rassegna “Jewish Jazz”

Nel Cortile del Museo Ebraico torna il Jazz festival al Meb, lingue musicali ebraiche tra cabaret, jazz e musica etnica

jewish-1BOLOGNA – Dall’ 8 al 18 settembre nel Cortile del Museo Ebraico, in via Valdonica 1/5, si svolgerà la nuova edizione del Jazz Festival del Meb che presenta quattro serate di musica e cultura ebraica; Grandi protagonisti di quest’estate Lee Colbert Trio, Klezroym, Quintetto Magnard e Minimal Klezmer . Il festival, una tradizione ormai consolidata nell’estate bolognese, propone quattro serate di musica e cultura ebraica di livello internazionale.

La rassegna JEWISH JAZZ. Le lingue musicali ebraiche tra cabaret, jazz e musica etnica è
parte di bè bolognaestate 2016, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna.
Quest’anno il tema centrale è l’esperanto musicale e linguistico delle diverse identità ebraiche e il loro incontro con le altre culture, raccontato attraverso le atmosfere da cabaret e teatro yiddish di Lee Colbert, l’insolito percorso dal classico al Klezmer Tunes del Quintetto Magnard, l’incontro con il jazz dei Klezroym e la tradizione più schiettamente est-europea dei Minimal Klezmer.

Giovedì 8 settembre 2016 – ore 21
LEE COLBERT TRIO: A JEWISH CABARET
Songs di Weill, Gebirtig, Bernstein ed altri autori ebrei
Nata a New York e cresciuta a Buenos Aires, Lee Colbert è una delle interpreti internazionali più note del repertorio yiddish. Ha toccato tanti stili musicali, dalla musica contemporanea al jazz, dalla cameristica alla musica popolare, dal tango argentino al repertorio Yiddish, Sefardita ed Israeliano, dalla chanson francese a Kurt Weill. Da sempre collaboratrice di Moni Ovadia, ha al suo attivo due cd da solista: “Reyzele”(1999) e “Zumertsayt”(2005).
Propone un Cabaret virtuale, inter-temporale e inter-linguistico, in cui i grandi autori ebrei di canzoni si incontrano per intrattenere un pubblico sofisticato e internazionale. Un viaggio dalla Cracovia di Gebirtig (lo Schubert della Yiddishkeit) alla Berlino di Weill alla New York di Gershwin, Bernstein e Berlin, passando per la Parigi dell’esilio di Weill, l’approdo finale è il tango di Buenos Aires.
Lee Colbert, voce
Paolo Cintio, pianoforte
Gabriele Coen, clarinetto, sassofono

jewish-jazz-3Domenica 11 settembre 2016 – ore 21
QUINTETTO MAGNARD
Dal classico al Klezmer Tunes
Il Quintetto Magnard è un ensemble che si è costituito all’interno del Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna ed è formato da insegnanti e studenti della classe di musica d’insieme di fiati. Deve il suo nome al compositore francese Alberic Magnard (1865-1914), noto soprattutto per la sua musica da camera.
Per la serata al MEB, l’ensemble propone un insolito e affascinante repertorio che va da una proposta classica col Quintetto in Mib.maggiore K.452 di Mozart a Daniel Galay, tra le più interessanti figure della musica israeliana contemporanea, in continuità con la tradizione musicale ebraica, e in particolare nelle sue varietà europee orientali.
Razvan Marin, oboe
Roberto Ricciardelli, clarinetto
Antonio Cavuoto, fagotto
Simone Cinque, corno
Stefano Malferrari, pianoforte

Giovedì 15 settembre 2016 – ore 21jewish-jazz 4
KLEZROYM, CONCERTO PER IL VENTENNALE
Considerati dalla critica specializzata tra i primi dieci gruppi klezmer a livello internazionale, i Klezroym festeggiano il ventennale del gruppo con questo concerto pensato apposta per il Museo Ebraico di Bologna.
I KlezRoym, partendo dalla riscoperta del patrimonio musicale ashkenazita (ebraico dell’Europa Orientale) e sefardita (ebraico-spagnolo), propongono un continuo lavoro di incontro tra diverse culture musicali (mediterranea, mediorientale, italiana), costruendo un suggestivo ponte sonoro tra musica popolare e jazz contemporaneo.
Dopo il disco d’esordio “Klezroym” (edizioni CNI), uscito nel 1998, il gruppo romano nel 2000 ha pubblicato il secondo album “Scenì” (CNI). Nel 2002 è stato pubblicato il loro ultimo lavoro in studio “Yankele nel ghetto” (CNI), la rilettura originale ed inedita delle canzoni del ghetto di Lodz.
Gabriele Coen, sax soprano, clarinetto
Andrea Pandolfo, tromba, flicorno
Pasquale Laino, sax alto e baritone
Riccardo Manzi, chitarra, buzuki, voce
Andrea Avena, contrabbasso
Leonardo Cesari, batteria
Eva Coen, voce

domenica 18 settembre 2016 – ore 18
MINIMAL KLEZMER
I Minimal Klezmer si rifanno all’origine stessa della parola Klezmer: in origine, essa indicava lo strumento musicale o il musicista stesso. Lo stereotipo del “klezmorim” degli inizi del 900 era quello di una sorta di musicista mercenario, vessato dalle autorità o dalle classi abbienti.
Da qui il senso ed il non-senso di uno spettacolo che assimila il vissuto più antico di questa parola, inteso il suo lato più “povero”, grottesco, ma anche contaminato.
Il Klezmer può infatti essere considerato uno dei più lontani esempi testimoniati di fusione musicale, per il fatto che contiene elementi della tradizione non solo ebraica ma anche rumena, bulgara, greca, russa, zingara, per arrivare alla componente improvvisativa inevitabilmente acquisita dall’incontro con il jazz americano. I Minimal Klezmer si sono formati come buskers all’avventura nelle strade di Londra, muniti solo di un clarinetto, un cello ed una melodica dalla dubbia accordatura. Questo non gli ha impedito di allargarsi ad una strumentazione ben più variegata e a varie collaborazioni, portando ad una prolifica attività concertistica.
Francesco Socal, clarinetti, voce
Roberto Durante, pianoforte, melodica, fisarmonica, metallofono, oggetti
Pietro Pontini, violino, oggetti
Enrico Milani, violoncello

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili
Per informazioni: Museo Ebraico di Bologna Via Valdonica 1/5 – tel. 051 2911280 info@museoebraicobo.it

JEWISH JAZZ
le lingue musicali ebraiche tra cabaret, jazz e musica etnica

8 – 18 settembre 2016
Cortile del Museo Ebraico

in collaborazione con
bèbolognaestate 2016
con il contributo di
G.D spa
Unicredit Banca

con il patrocinio di
Comune di Bologna – Città Metropolitana di Bologna
Regione Emilia-Romagna – Regione Emilia-Romagna – Assemblea Legislativa
Comune di Bologna-Quartiere S.Vitale – Comunità Ebraica di Bologna