Autunno al Museo tra futurismo e antichi flauti estensi

Sabato 15 ottobre doppio appuntamento a Palazzo dei Musei alle 10.30 e alle 16

russolo-e-piatti-nello-studio-di-milano-modena-futuristaMODENA – Alle 10.30 visita guidata alla mostra sul futurismo e gli “intonarumori” e alle 16 visita guidata alla Galleria Estense su prenotazione, poi concerto per flauto e clavicembalo. Sabato 15 ottobre a Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino, si svolgono nuovi appuntamenti gratuiti per la rassegna “Metti l’autunno in Museo”.

Il programma della giornata prevede alle 10.30 ai Musei civici, in occasione della Giornata del Contemporaneo, una visita guidata alla mostra “SibilaRonzaScoppia. L’intonarumori e la serata futurista modenese” con la curatrice Cristina Stefani.

Nell’esposizione al terzo piano si racconterà la storia della presentazione sul palco del Teatro di Storchi di Modena del primo “intonarumori”, da parte del suo creatore Luigi Russolo e del leader del movimento futurista Filippo Tommaso Marinetti. Un evento che pose le basi per grandi cambiamenti nella musica contemporanea.

pittore-romano-pastore-laureato-che-suona-il-flauto_modena-musei-civiciLe iniziative proseguono nel pomeriggio quando, dalle 16 alle 18, sarà la volta del primo appuntamento di una rassegna dedicata alla riscoperta e valorizzazione del patrimonio artistico – musicale conservato a Modena. Si intitola “Esplorazioni musicali” ed è a cura dell’associazione “Euphonia” e “Grandezze & Meraviglie”, in collaborazione con Musei civici e Galleria Estense, che mirano a far riscoprire con la musica gli antichi strumenti musicali conservati nelle loro sale espositive.

L’appuntamento di sabato, dedicato al flauto, si abbina infatti a una visita guidata in Galleria con focus musicale (si deve prenotare: associazioneuphonia@gmail.com). A seguire, alle 16.45, “Il flautino d’avorio e i suoi fratelli maggiori” è il titolo dell’esibizione del clavicembalista modenese Giovanni Paganelli e della flautista olandese Sanne Vos, che suoneranno gli antichi flauti finora solo visibili nelle teche dei Musei civici, tra ascolti guidati ed esecuzioni di musica estense.

Alle 18 un momento di convivialità con il brindisi offerto da Caffetteria dei Musei.

L’iniziativa si avvale del sostegno di Bper banca che ha reso possibile la realizzazione degli eventi e gli interventi di manutenzione ordinaria che hanno permesso l’utilizzo degli strumenti