“Atti sonori”, al via il 21 ottobre la nuova stagione al Piccolo Teatro del Baraccano

 

21-22-ottobre-angelo-abietto-lawBOLOGNA – Riprende il 21 ottobre la sezione autunnale della stagione ATTI SONORI, diretta da Giambattista Giocoli al Piccolo Teatro del Baraccano. Un cartellone che riconferma le traiettorie del teatro musicale di ATTI SONORI, proponendo una programmazione che spazia dai concerti al musical, dalla prosa alle letture concerto, tutti spettacoli uniti dal sottile filo rosso della musica.
La stagione del Piccolo Teatro del Baraccano si svolge col sostegno della Regione Emilia Romagna, del Comune di Bologna e in collaborazione con il quartiere Santo Stefano.

Novità assoluta di quest’anno è la collaborazione con il Teatro Duse, iniziativa che porterà in scena a Bologna ben 10 spettacoli, di cui otto messi in scena direttamente al Piccolo Teatro del Baraccano e due al Teatro Duse.

Baraccano Duse è, quindi, un nuovo progetto che nasce dalla condivisione di due spazi e dello stesso progetto artistico: il teatro musicale di ATTI SONORI. Questa collaborazione propone un’offerta culturale più ampia e ricercata, nella quale i palchi dei due teatri, il grande del Duse e quello piccolo del Baraccano, vengono concepiti come lo stesso palcoscenico. Una piccola rete nella realtà teatrale bolognese.

È proprio sotto l’insegna di questa collaborazione che si apre il programma di atti sonori: il 21 e il 22 ottobre verrà infatti messo in scena L’angelo abietto, un progetto di le belle bandiere, un concerto di parole e suoni dedicato all’anima tormentata di Chet Baker, artista distrutto da problemi esistenziali e droghe, che con la sua tromba ha segnato una traccia indelebile nella storia della musica del novecento. Marco Sgrosso darà voce alla sua anima, Felice Del Gaudio, Guido Guidoboni e Nico Menci suoneranno la musica amata da Chet.

1-2-3-novembre-goodnight-peeping-tom-lawSi prosegue l’1, 2 e 3 novembre con Goodnight Peeping Tom di Chiara Bersani, uno spettacolo realizzato in collaborazione con il Gender Bender Festival che riflette sul ruolo del corpo come “entità politica”, che si trasforma a contatto con lo sguardo dell’altro e della società. Una riflessione che si allarga anche alla sfera sessuale, affrontandone i relativi stereotipi: il corpo disabile asessuato, quello anziano privo di carica erotica e quello omosessuale dissoluto.

Il 18 e 19 novembre è la volta di Les Jumeaux, spettacolo surreale, poetico e comico, in cui i gemelli Davide e Mauro Borra raccontano le loro avventure di artisti di strada in giro per il mondo alla sola età di 17 anni. Due carismi che finalmente s’incontrano sotto la regia di Daniele Ronco per suonare ancora una volta il lo10-dicembre-alex-carpani-band-lawro sogno. Si spazia dal musette francese delle giostre in legno con i cavalli ai tanghi appassionati di Piazzolla, passando inevitabilmente per lo swing e il gitano.

A seguire, il 10 dicembre ATTI SONORI ospiterà il concerto della Alex Carpani Band, in tour per la presentazione del nuovo album So Close. So Far uscito lo scorso marzo. Un’opera sull’incomunicabilità tra le persone, nonostante la vicinanza degli uomini e la presenza delle nuove tecnologie che dovrebbero facilitare le relazioni tra individui.

Il 16 e 17 dicembre Catarsi Passeggere presenta lo Stabat Mater Furiosa di Jean Pierre Simeon, un’orazione in cui Marinella Manicardi veste i panni di una donna, madre, figlia, sorella e amante che si rifiuta di capire le parole dell’odio. Una preghiera nera, una formula magica che vuole liberare il mondo dalla presenza del male: questo promette la Mater Furiosa, 16-17-dicembre-stabat-mater-furiosa-lawche non vuole sottomettersi al linguaggio della prepotenza e della guerra.

Il programma 2016 si chiude il 18 dicembre con A Family Portrait di Teatri Mutevoli, un dramma musicale in cui Elena Nuvolone e Luca Scelfo raccontano le difficoltà dei rapporti familiari, indagando quello tra madre e figlio, e quello tra fratello e sorella durante le varie fasi della vita.

In occasione della celebrazione dei 150 anni di rapporto e amicizia tra Italia e Giappone, a-family-portrait-18-dicembre-lawverrà inoltre allestita nel foyer del Piccolo Teatro del Baraccano la mostra fotografica The Japonism dell’artista Naoya Yamaguchi, una rilettura in chiave pop dei valori intrinseci della cultura giapponese.
L’esposizione potrà essere visitata dal 23 novembre fino al 30 maggio, tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13 e durante le sere di spettacolo.

ATTI SONORI nasce nel 2005 come festival di teatro musicale presso il Teatro Arena Del Sole di Bologna. Il festival si è caratterizzato per la produzione di spettacoli all’insegna della trasversalità dei linguaggi, fondendo musica colta ad altre forme d’arte, accostamenti nati da collaborazioni con soggetti ed artisti che condividevano il fascino dell’interazione fra le diverse discipline artistiche.

Successivamente il festival si è sviluppato in vari teatri della città di Bologna e Provincia, trovando nel 2010 pianta stabile al Piccolo Teatro del Baraccano con una programmazione annuale.

Direttore artistico Giambattista Giocoli
Direzione organizzativa Nella Belfiore
Direzione tecnica Antonio di Virgilio
Archivio foto e web: Paola Perrone
Ufficio Stampa: Chiara Fumagalli
Assistenza tecnica: Andrea Biasco, Gianfranco Carta, Paolo Falasca, Nico Carrieri
Collaborazione: Caterina Pio, Elena Nuovolone, Luca Scelfo

Info
Piccolo Teatro del Baraccano dal lun. a ven. dalle 10 alle 13; Mail: info@attisonori.it
tel: 393.9142636
Sito: www.attisonori.it oppure sulla pagina Facebook Atti Sonori.

Biglietteria
I prezzi dei biglietti vanno da 20€ a 11€.
Tutti i biglietti si possono acquistare:
al Piccolo Teatro del Baraccano in via del Baraccano 2 a Bologna, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13;
al Teatro Duse in Via Cartoleria 42 a Bologna, dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19;
c/o Bologna Welcome, P.zza Maggiore 1/E tel. 051.231454 e nei punti vendita convenzionati vivaticket;
on line sul sito www.vivaticket.it
tutte le sere di spettacolo