In Ateneo il convegno nazionale AlmaLaurea “Università e Skill nella seconda fase della globalizzazione”

Martedì 16 maggio 2017, i lavori verranno aperti dal saluto istituzionale di Valeria Fedeli, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

uniparmaPARMA – Martedì 16 maggio 2017, a partire dalle ore 9.15, nell’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Ateneo (via Università 12), si terrà il Convegno nazionale “Università e Skill nella seconda fase della globalizzazione” (http://www.almalaurea.it/info/convegni/parma2017?qt-qt_convegno=0#qt-qt_convegno), organizzato dal Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea insieme all’Università di Parma e con il sostegno del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

L’obiettivo è discutere le prospettive di studio e occupazione dei laureati in un contesto internazionale nuovo, caratterizzato dal modificarsi dei comportamenti e delle strategie di famiglie, imprese e governi nella seconda fase della globalizzazione avviatasi dopo il 2007. Si tratta di una fase caratterizzata dalla crescita della mobilità dei lavoratori high-skilled e da una ridefinizione delle skill stesse.

Durante il Convegno, come da consuetudine, saranno presentati i due Rapporti annuali che AlmaLaurea produce – il Rapporto sul Profilo dei laureati nelle Università italiane e il Rapporto sulla Condizione occupazionale dei laureati nelle Università italiane – giunti alla loro XIX edizione.

I lavori verranno aperti dal saluto istituzionale di Valeria Fedeli, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

La prima sessione, dedicata al quadro europeo, sarà seguita da una tavola rotonda sul tema dell’imprenditorialità di studenti e laureati alla quale partecipano imprenditori, accademici e laureati. La seconda sessione sarà dedicata alla prospettiva cinese. La successiva tavola rotonda avrà come tema l’Industria 4.0 e le relative traiettorie evolutive di posti di lavoro e skill e vedrà la partecipazione di imprenditori, accademici e laureati.
Le conclusioni saranno affidate al MIUR