Ars Canto Giuseppe Verdi: eletti i nuovi organismi

il-nuovo-consiglioPARMA – Rinnovati gli organismi dirigenti dell’Ars Canto Giuseppe Verdi. Presidente Carlo Alfieri (legale rappresentante), Vicepresidente Barbara Bezzi

Nuova linfa per il coro Ars Canto Giuseppe Verdi grazie al rinnovo degli organismi dirigenti. Durante l’assemblea dei soci è stato eletto il nuovo Consiglio composto da genitori dei coristi: Carlo Alfieri, Giovanni Antonaci, Elisabetta Avanzini, Barbara Bezzi, Alessandra Canali, Aline Montanari, Manila Pesci, e arricchito dalla presenza di Jacopo Antonaci, rappresentate dei coristi maggiorenni. Il numero dei componenti garantisce la rappresentatività delle sezioni ed è proporzionato a quello dei coristi (circa sessanta).

Il Consiglio stesso ha così eletto all’unanimità come Presidente Carlo Alfieri e Vicepresidente Barbara Bezzi. Inoltre, a ogni Consigliere è stato attribuito un ruolo finalizzato a una più efficiente organizzazione della struttura: oltre alla conferma di Elisabetta Avanzini in quello di amministratore, sono stati nominati tesoriere Aline Montanari, webmaster Gianluca Salsi, ufficio stampa Fabrizia Dalcò e coordinatori di sala Giovanni Antonaci (responsabile), Alessandra Canali, Manila Pesci.
Il coro continuerà ad avvalersi della preziosa direzione artistica e musicale del maestro Gabriella Corsaro, della consulenza artistica di Maurizio Daffunchio e Leonardo Malvica e dell’accompagnamento al pianoforte di Svetlana Makedon e Giuseppe Perrone.
Nato come compagine di voci bianche, il coro Ars Canto ha aggiunto da alcuni anni una sezione di voci giovanili e una scuola di propedeutica per bambini da 5 a 7 anni, che hanno permesso di potenziarne preparazione e indirizzi artistici. Oggi è in grado infatti di affrontare il repertorio lirico, quello da camera e sacro dal XVI al XIX secolo, musica contemporanea e leggera. In questo modo ha sviluppato e confermto importanti collaborazioni, come quelle con il Teatro Regio nelle produzioni operistiche di Gianni Schicchi e Pagliacci (2013), Otello (2015) e nel prossimo marzo della Bohème, oltre che nello Schiller Gala nel Festival Verdi 2016; con la Fondazione A. Toscanini” nei Carmina Burana (2015); con Lenz Teatro in Kinder (primavera 2016) e in Autodafè, progetto speciale per il Festival Verdi 2016, punte di un’intensa attività in collaborazione con istituzioni culturali non solo cittadine e orientata a uno sviluppo continuo del repertorio e a un’offerta diversificata della proposta musicale.