Approvato un accordo tra Bologna Welcome e l’Unione Reno Galliera

comune di Bologna logoProgetto di valorizzazione del patrimonio storico-culturale, museale e naturalistico della pianura

BOLOGNA – Per promuovere l’importante offerta turistica della pianura bolognese, l’Unione Reno Galliera in qualità di capofila del progetto di valorizzazione del territorio ‘Orizzonti di Pianura’ ha approvato un accordo con Bologna Welcome per valorizzare il patrimonio storico-culturale, museale e naturalistico del territorio.

Una promozione che va oltre anche i confini dell’Unione che vede coinvolti ben 13 Comuni della pianura (oltre ai Comuni dell’Unione Reno Galliera – Argelato, Bentivoglio, Castello d’Argile, Castel Maggiore, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano e San Pietro in Casale – partecipano al progetto Baricella, Budrio, Granarolo dell’Emilia, Malalbergo, e Molinella) che hanno deciso di fare rete nella promozione del proprio patrimonio storico-culturale, museale e naturalistico con il supporto della Città metropolitana.

L’obiettivo è valorizzare i Musei (il Museo della Civiltà Contadina, i musei e la città di Pieve di Cento), le oasi naturalistiche, i percorsi ciclabili ma anche prodotti tipici (dalla patata Dop, alla Pera e all’Asparago Verde IGP), le ‘eccellenze’ (la tradizione musicale, i teatri storici, l’Ocarina e la tradizione liutaia) e tutte quelle realtà che fanno della pianura bolognese un territorio ricco di opportunità nello spirito della tradizionale ospitalità bolognese.

L’accordo, grazie a una strategia condivisa e a una politica di marketing unitaria con la Città metropolitana permetterà di superare la frammentazione della promozione autonoma dei singoli comuni e soggetti privati e contribuirà a sviluppare i nuovi prodotti turistici locali.

Soddisfatti dell’accordo Benedetto Zacchiroli consigliere metropolitano delegato allo Sviluppo economico e sociale e Matteo Lepore, assessore Economia e promozione della Città, Turismo, Relazioni Internazionali del Comune di Bologna che hanno evidenziato come dopo l’avvio della collaborazione con il territorio dell’Appennino per la promozione dell’area collinare, questo accordo con l’Unione Reno Galliera rappresenti un passo fondamentale per il lancio della pianura bolognese come destinazione turistica, lavorando sempre di più in ottica di una Città metropolitana. “La pianura è un luogo ricco di storia, fascino, con un notevole patrimonio museale e naturalistico – hanno sottolineato Zacchiroli e Lepore – da promuovere sia a livello nazionale che internazionale perché sempre più visitatori conoscano e possano viaggiare in questi territori. Questo accordo è un importante punto di partenza nella giusta direzione, confermando la nostra volontà di investire sulla qualità dei servizi e dell’accoglienza in tutta la Bologna Metropolitana da un milione di abitanti”.

“Proprio nei giorni in cui si presenta il Piano Strategico Metropolitano – ha dichiarato Belinda Gottardi presidente dell’Unione Reno Galliera – l’accordo con Bologna Welcome per la valorizzazione del patrimonio culturale, museale e naturalistico dimostra che i territori della Città metropolitana di Bologna potranno crescere solo con integrazione e sinergie: lavorare in rete con gli altri soggetti non può che portare più forza alle nostre proposte e benefici al nostro territorio”.