Approvato il progetto preliminare del 3° lotto della Biblioteca Malatestiana

comune di Cesena logoSarà destinato ad accogliere l’attività del Centro Cinema e a incrementare gli spazi destinati alla sezione Ragazzi

CESENA – Si scaldano i motori per la realizzazione del terzo lotto della Biblioteca Malatestiana, che prevede il recupero funzionale dell’ala est (oggi occupata solo in minima parte dalla Biblioteca Ragazzi) con l’obiettivo di destinare questi spazi a un nuovo polo dedicato al cinema e all’audiovisivo. La Giunta comunale ha appena approvato il progetto preliminare dell’intervento, per un importo complessivo stimato intorno ai 2 milioni e 800mila euro.

“L’intenzione – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Cultura Castorri – è di concorrere per i contributi messi a disposizione nel programma strutturale del POR-FESR, linea di finanziamenti europei veicolati attraverso le regioni. In particolare la realizzazione del terzo lotto della Malatestiana sarà candidata nel bando dell’asse 5, che persegue l’obiettivo specifico di valorizzare le risorse artistiche, culturali e ambientali per contribuire al rafforzamento strutturale del sistema economico regionale e locale. Stiamo dedicando un particolare impegno a questo progetto, a cui stanno lavorando intensamente anche l’Assessore ai Progetti europei Francesca Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi, nella consapevolezza che la sua realizzazione ha, per Cesena, un significato di particolare rilievo: non vuol dire solamente portare a compimento la riqualificazione del più importante edificio storico della città, ma significa rendere la Malatestiana centro apicale del polo culturale cittadino, ulteriormente valorizzato dal prossimo recupero di Palazzo Bufalini (che si colloca sempre nell’ambito dei finanziamenti del POR-FESR) e delle tre piazze. L’obiettivo è di diffondere la cultura nelle sue varie forme ed espressioni a tutti i livelli sociali, con un ampio utilizzo delle nuove tecnologie come strumento di supporto comunicativo, e di dimostrare come la cultura possa essere un importante vettore turistico e strumento di nuove forme di imprenditoria ed opportunità di occupazione”.

In caso di ammissione del progetto al finanziamento europeo, l’agevolazione prevista consisterà in un contributo a fondo perduto che potrà essere fino a un massimo dell’80% del costo totale ammissibile, che comprende sia i lavori di riqualificazione, che l’acquisto delle attrezzature e delle tecnologie introdotte. E i tempi di attesa saranno rapidi: infatti, i lavori dovranno essere terminati entro il 31 dicembre 2019.

Il progetto predisposto dagli uffici tecnici del Comune prevede la riqualificazione dei due piani dell’ala est (superficie complessiva di circa 1400 metri quadri), ad oggi in gran parte inaccessibili e chiusi al pubblico.

Gli ambienti così recuperati saranno destinati, innanzitutto, ad ampliare gli spazi per la biblioteca Ragazzi rafforzandone la proposta e le attività, e ad ospitare la mediateca,dove saranno predisposti ambienti adeguati per la fruizione dei materiali audiovisivi attraverso postazioni multimediali, bacheche tematiche e schermi interattivi. Saranno realizzate anche sale laboratoriali in cui verranno organizzate sperimentazioni cinematografiche legate alla produzione e all’utilizzo di tecniche visuali e di montaggio, mentre un’altra zona sarà destinata ad accogliere le raccolte librarie legate al cinema e alle arti performative, con postazioni di lettura. Inoltre, è prevista una sala cinema altamente tecnologica, da 50 posti, con palco e sedute mobili, da utilizzare soprattutto per attività di laboratorio, proiezioni, spettacoli, seminari.