Approvato il primo bilancio di Livia Tellus Romagna Holding SpA

Si rafforzano il patrimonio e la capacità di investimento. Il Sindaco di Forlì Davide Drei, Presidente dell’Unione dei Comuni, e il Sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini, Presidente del Coordinamento Soci: “Strategica l’entrata nella Società dei 14 Comuni dell’Unione Forlivese per la governance e lo sviluppo del territorio, in vista della costituzione della società in house per la gestione dei rifiuti”

comune di Forli logoFORLÌ – Approvato dall’Assemblea dei soci il primo bilancio di Livia Tellus Romagna Holding SpA, la cui compagine societaria si è ampliata nel mese di luglio 2015, passando dal socio unico rappresentato dal Comune di Forlì a tutti i Comuni dell’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, nell’ambito del progetto complessivo di riordino e di sviluppo dei servizi al territorio. Per la prima volta, quindi, nel bilancio 2015 sono ricompresi anche i dividendi dei 14 Comuni, sulla base del capitale conferito alla Società.

L’utile d’esercizio 2015 di Livia Tellus Romagna Holding SpA ammonta a 5.105.275,75 Euro, distribuito per 510.628 Euro ai Comuni entrati nel 2015, mentre 229.732,37 Euro è la cifra accantonata a riserva straordinaria. In particolare, i dividendi distribuiti al Comune di Forlì sono pari a 4.364.915 Euro che, al netto delle partite straordinarie, rappresentano oltre il 20% in più di entrate rispetto al bilancio di previsione. La quota degli utili destinati al Comune di Forlì include anche 1.691.885 Euro, in ragione della vendita delle azioni di Hera approvata dal Consiglio Comunale nel 2015, cui si aggiungono royalties (canoni di concessione) per 1.062.658 Euro, corrisposti da Forlifarma e da F.M.I. per i servizi a loro affidati.
Pur non essendo il bilancio 2015 raffrontabile a quello del 2014 – che vedeva il solo Comune di Forlì tra i soci – tuttavia si evidenzia una diminuzione dei dividendi corrisposti da Hera a seguito della vendita di una parte delle azioni, e una diminuzione dei dividendi corrisposti da Romagna Acque in forza del percorso di investimenti attuato dalla Società per la realizzazione di opere importanti per il territorio e direttamente collegate alla disponibilità quantitativa e qualitativa di un bene prezioso come l’acqua.

In crescita i dividendi di Unica Reti per l’aumento di partecipazione di Livia Tellus Romagna Holding SpA derivante dall’apporto dei 14 Comuni.
Migliora poi il risultato di Forlifarma che, nonostante il permanere delle difficoltà di mercato, non solo conferma la tenuta economica, ma incrementa le performance.
Per quanto riguarda il conto economico 2015, si evidenzia una diminuzione dei costi della gestione operativa, che passa da 503.848 a 434.720 Euro, grazie al contenimento della spesa per i servizi acquisiti di progettazione e per consulenze a fronte delle attività svolte a favore delle società partecipate, in particolare per la predisposizione del progetto industriale della nuova società in house per la gestione dei rifiuti.
Ad oggi il gruppo Livia Tellus Romagna Holding, dunque, può contare su un patrimonio netto di 233.294.213 Euro, interamente investito nelle infrastrutture e nelle società che garantiscono servizi essenziali e di qualità per l’intera comunità.

“Questo bilancio – commentano il Sindaco di Forlì Davide Drei, Presidente dell’Unione dei Comuni, e il Sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini, Presidente del Coordinamento Soci – si caratterizza per il rafforzamento della Società Livia Tellus e del gruppo di società partecipate, grazie alla scelta strategica compiuta dai 15 Comuni dell’Unione della Romagna Forlivese di condividere un progetto che può assicurare al territorio nuovi strumenti di sviluppo economico. In particolare, tale rafforzamento è il presupposto fondamentale per sostenere e portare a compimento la sfida più importante che ci attende, ovvero la creazione della società in house per la gestione dei rifiuti la cui costituzione, in attesa dell’approvazione del progetto e dell’affidamento del servizio da parte di Atersir, è prevista per l’autunno 2016”.