Anche Rimini presente ad Alma Orienta

Anche Rimini presente ad Alma OrientaBOLOGNA – Anche il Comune di Rimini è stato presente ieri mattina alla giornata inaugurale di Alma Orienta, la manifestazione con cui l’Università di Bologna si presenta agli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole superiori con la propria offerta formativa. Un momento d’incontro in cui le undici Scuole dell’Ateneo sono presenti con stand informativi e conferenze per presentare i corsi di studio, i curricula interdisciplinari e i seminari offerti.
Un momento di reciproca conoscenza, quindi, a cui anche il Comune di Rimini, ospite degli stand del Polo riminese, ha voluto essere presente col proprio personale e il proprio materiale divulgativo per far conoscere agli studenti i servizi presenti nella città.

“L’Università a Rimini – ha detto l’assessore ai Servizi generali del Comune di Rimini Irina Imola, oggi a Bologna in rappresentanza della Città – è senz’altro stata in questi anni un potente antibiotico per combattere i rischi di declino che il nostro territorio ha corso negli anni Novanta. Allora la crisi di un modello di sviluppo ha avuto come risposta una serie d’iniziative, tra cui – centrale – la sede e i corsi dell’ateneo in loco. Le città che hanno un’università sono città che guardano al futuro. Seminare per questo è un modo straordinario di costruire il proprio futuro e, insieme, quello della comunità in cui si vive.

Rimini, nei venti anni di vita della sua Università, ha accumulato progressi evidenti: i numeri delle iscrizioni ne sono un esempio. Ma il passo ulteriore da fare – ha proseguito l’assessore Imola rivolgendosi nel momento inaugurale ai ragazzi presenti – è quello di riuscire a trasfondere nel tessuto socioeconomico territoriale tutta la potenzialità – in termini di intelligenza, capacità, idee – che una educazione scolastica superiore possa offrire. Ne avrà beneficio il luogo in cui siete nati e in cui vivete: ogni volta che una ragazza o un ragazzo si laurea, è come se un pezzo di città diventasse più bello, funzionale e vivibile.”