Alla Terramara di Montale per costruire senza mattoni

Costruire senza mattoniDomenica 17 aprile visite guidate, dimostrazioni con gli esperti e laboratori per bambini al Parco archeologico

CASTELNUOVO RANGONE (MO) – E’ dedicato alle costruzioni “senza mattoni” dell’Età del Bronzo l’appuntamento di domenica 17 aprile alla Terramara di Montale, il parco archeologico e museo all’aperto che si può visitare alla domenica e nei giorni festivi.

Esperti nella scelta del legname, nel taglio dei pali, nella realizzazione di incastri e pareti in argilla, canne e frasche, gli abitanti delle terramare costruivano case senza mattoni che duravano decenni. Ancora oggi, dopo più di tremila anni, è possibile riscoprirne i resti, ricostruire gli attrezzi e sperimentarne l’efficacia.

Al Parco di Montale, gli esperti che hanno contribuito alla realizzazione delle due abitazioni ricostruite sulla base dei dati archeologici, sveleranno al pubblico i segreti di antichissime tecniche. Alle visite guidate nell’area archeologica e alle ricostruzioni del museo all’aperto, si associano dimostrazioni per “Costruire senza mattoni”. Per i bambini, poi, il coinvolgimento è assicurato: con il laboratorio “Lavori in corso” (consigliato 6-13 anni) tocca a loro intrecciare, battere, impastare e spalmare argilla. E guai a chi non si sporca le mani!

Il Parco è aperto alla domenica e nei giorni festivi dalle 10 alle 13.30 (ultimo ingresso alle 12) e dalle 14.30 alle 19 (ultimo ingresso alle 17.45). Informazioni: www.parcomontale.it. Le visite sono guidate con partenza ogni 45 minuti per gruppi di massimo 60 persone.

Il Parco si trova a Montale, in via Vandelli (accesso dalla statale 12, Nuova Estense). L’ingresso costa 6 euro (5 euro a testa per i gruppo di minimo 20 persone), 4 euro per i bambini da 6 a 13 anni, gratuito per i piccoli e per gli over 65.