Alla Tenda torna la rassegna “Cantautori su Marte”

GommaSabato 27 gennaio, alle 21.30, il debutto della 3ª edizione con il live della giovane band casertana Gomma che presenta l’album Toska. L’ingresso è libero

MODENA – Torna alla Tenda, a partire da sabato 27 gennaio, “Cantautori su Marte. Quattro incontri senza gravità sulla canzone d’autore”, il ciclo di appuntamenti tra parole e musica promosso dal Centro Musica del Comune di Modena per fare il punto sulla canzone d’autore, sulle nuove strade che ha preso e sull’influenza esercitata, in particolare sulla diffusione, da Internet e dai social network.

L’edizione 2018 della rassegna si apre sabato 27 gennaio, alle 21.30, con un’anteprima di musica dal vivo, una novità di quest’anno. Sul palco della struttura di viale Monte Kosica saliranno i Gomma, giovane band casertana che ha affascinato pubblico e critica con l’album d’esordio “Toska” (V4V Records, 2017). La band, insieme dal 2016, è composta da Ilaria, Giovanni, Matteo e Paolo e propone un post-punk cupo ed emotivo, ricco di suggestioni “nineties”. A Modena presentano il loro primo disco, Toska, il risultato delle loro vite e delle loro contaminazioni musicali, cinematografiche e letterarie, un punto di vista genuino e istintivo sul mal d’essere contemporaneo. Il concerto è a ingresso libero.

Gli incontri successivi rispetteranno invece la consueta formula della conversazione tra parole e musica con gli artisti: giovedì 22 febbraio l’appuntamento è con Ex Otago, giovedì 8 marzo con Colapesce e infine giovedì 22 marzo con Giorgio Poi. A intervistare gli ospiti durante le tre serate sarà Francesco Locane, speaker radiofonico e giornalista.

Tutte le serate iniziano alle 21.30, e sono a ingresso libero e gratuito. In apertura agli incontri, “Cantautori su Marte” ospiterà ogni sera artisti emergenti selezionati dal progetto Sonda. “Cantautori su Marte” è promosso nell’ambito del progetto Sonda, con la direzione artistica di Corrado Nuccini (Giardini di Mirò). La grafica è stata curata da Giulia Cellino aka Ritardo.