Alla Tenda di Modena in primo piano gli artisti con “Birdman”

Giovedì 2 novembre, alle 21, per la rassegna “Identità e alterità”, la proiezione del film del regista messicano Iñárritu. L’ingresso è libero

BirdmanMODENA – È una commedia agrodolce e, a tratti, quasi nera “Birdman”, il film del regista messicano Iñárritu in programma alla Tenda di viale Monte Kosica giovedì 2 novembre alle 21, a ingresso libero.

La serata sarà introdotta da Alberto Morsiani.

L’appuntamento fa parte della rassegna “Identità e alterità”, curata da Leonardo Gandini e Chiara Strozzi, di UniMoRe, che quest’anno segue il filo conduttore della comunicazione: non storie di incomunicabilità ma piuttosto di comunicazione alternativa.

Protagonista del film è Riggan Thompson (interpretato da Michael Keaton), una star che ha raggiunto il successo nel ruolo del supereroe alato e mascherato Birdman, per il quale è molto amato, ma che vuole dimostrare di poter essere anche apprezzato per la sua bravura.

Decide così di adattare “Di cosa parliamo quando parliamo d’amore” di Raymond Carver, dirigerlo e interpretarlo in uno storico teatro di Broadway coinvolgendo nel suo progetto un po’ folle la figlia Sam (Emma Stone), appena uscita da un centro di disintossicazione, l’amico produtte Jake, un’attrice che fin da bambina sognava di calcare il palcoscenico di Boradway e un attore di grande talento ma di pessimo carattere.

Iñárritu costruisce un racconto in cui i temi principali sono l’ego, in particolare quello maschile, e l’incapacità di distinguere tra amore e approvazione.

E lo fa usando piani sequenza continui per riprendere gli attori che recitano senza interruzioni, come se fossero a teatro.

Il calendario completo di tutte le iniziative della Tenda, gestita dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena, è consultabile sul sito web (www.comune.modena.it/latenda), rinnovato e ampliato; la Tenda è anche su facebook con una pagina dedicata alla programmazione generale, una dedicata ai live e una al jazz.