Al Modena organ festival, questa sera, duo per organo e violino

Venerdì 21 ottobre, alle 20.45, nella chiesa parrocchiale di San Matteo di Modena, il concerto del duo Gabriele Raspanti, al violino, e Alessandra Mazzanti all’organo

gabriele raspanti
gabriele raspanti

MODENA – Nuovo appuntamento con il Modena organ festival che venerdì 21 ottobre, alle 20.45, nella chiesa parrocchiale di San Matteo di Modena, propone il concerto del duo formato da Gabriele Raspanti, al violino, e Alessandra Mazzanti all’organo. L’appuntamento è a ingresso libero.

Il programma proposto dai due artisti, coerente con l’epoca dello strumento ospitato nella parrocchiale, realizzato da Giovanni Paolo Colonna intorno al 1680, è un percorso che attraversa tutta l’epoca barocca e si conclude con Mozart. L’esibizione si aprirà con alcuni brani dalla Messa della domenica di Girolamo Frescobaldi per proseguire con due Fughe sopra il Magnificat di Johan Pachelbel, la Sonata da chiesa in Sol minore (opera 4 n.4) di Tomaso Albinoni e uno dei “voluntaries”, le composizioni che accompagnavano il canto dell’assemblea nelle chiese anglicane, di John Stanley. Il programma si completa poi con la Fantasia n. 7 in Mib maggiore di Telemann e, appunto, con un omaggio a Mozart.

Nato a Bologna nel 1961, il violinista Gabriele Raspanti si diplomato al Conservatorio di Parma. Suona, sia in Italia che all’estero, in veste di prima parte con prestigiosi ensemble barocchi italiani ed è docente di Quartetto e violino al Conservatorio di Cesena.

Alessandra Mazzanti, anche lei bolognese, si è diplomata al Conservatorio di Bologna in Organo e composizione organistica e, successivamente, in Musica corale e direzione di coro, Composizione e Direzione d’orchestra, dove ha anche conseguito la laurea di secondo livello. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero ed è docente di Canto gregoriano al Conservatorio di Cesena.