Al CinePalace di Riccione il 6 febbraio ‘Il più grande sogno’

Lunedì, alle ore 21.00, il regista Michele Vannucci apre il secondo ciclo di proiezioni di Cinema d’Autore

Il più grande sognoRICCIONE (RN) – Il regista Michele Vannucci aprirà il secondo ciclo di proiezioni di Cinema d’Autore, la rassegna a cura dell’Istituzione Riccione per la Cultura in collaborazione con il multiplex Giometti. Lunedì 6 febbraio alle ore 21.00 Vannucci incontrerà gli spettatori e introdurrà la sua pellicola: ‘Il più grande sogno’, con cui ha esordio e conquistato il Festival di Venezia, con 13 minuti di applausi.

Michele Vannucci, classe 1987, con questo primo lungometraggio ha vinto il Premio Solinas per la sceneggiatura, ottenuto il contributo del Mibact ed è stato selezionato a Venezia nella sezione Orizzonti: eppure il film non trovava un canale commerciale. Così ha attivato una auto-distribuzione e con il passaparola positivo degli spettatori sta riempiendo le sale.

Ispirato a una storia vera e a una vicenda personale, racconta la storia di Mirko Frezza e la sua aspirazione, dopo diversi anni di carcere, a rifarsi una vita accanto alle persone che ama.

Da un passato segnato da delinquenza e vita di strada a un presente riscritto dall’elezione a presidente del comitato di quartiere, per sognare un’esistenza diversa non solo per sé e per la propria famiglia, ma anche per tutta la borgata in cui vive: ripulire quella periferia fatta di abbandono e indifferenza con l’aiuto e la convinzione, tutti da conquistare, dei suoi abitanti. E intanto cambiare in prima persona, correggere gli errori, riprogettare vita, famiglia, amicizie.

Il film di Vannucci ha il grande merito di coinvolgere il pubblico. Difficile rimanere freddi di fronte a una piccola produzione in cui però regista, autori e attori ci mettono dentro così tanto. Già perché nel film Mirko Frezza interpreta se stesso, è sua la singolare storia che ci racconta, reinventata con il regista, la sceneggiatrice e attori formidabili che volteggiano a cavallo tra dramma e commedia. “Questo film è dedicato a chi ogni giorno lotta per la vita che sogna”, dice Vannucci.

La proiezione sarà anticipata da una degustazione a cura di Bio’s Kitchen – Terra&Sole.