Al Centro Sociale Porta Nova lo spettacolo teatrale “Aviés”

Sabato 9 dicembre alle 20.45 presso la sede del centro sociale, in via Aldo Moro 2/1, la rappresentazione teatrale di Eugenio Sideri

AVIESRUSSI (RA) – Sabato 9 dicembre 2017 alle ore 20.45, in occasione dell’anniversario della Liberazione di Russi, il Centro Sociale Porta Nova, all’interno della propria sede di via Aldo Moro 2/1, presenta lo spettacolo teatrale “Aviés” di Eugenio Sideri.

Aviés , in romagnolo, significa andarsene.

Andarsene un po’ come morire, ma andarsene anche nel senso più etimologico di avviarsi, andar via. Cambiare aria. Aria nuova. Aria di Libertà. E incontrare nomi, fatti, persone. Vivi e morti che si incrociano tra Storia e Memoria, risalendo le strade della Romagna (e non solo) in bicicletta.

Il 18 agosto 1944 Napoleone uccide, con due precisi colpi al petto, la camicia nera Leonida Bedeschi, dall’emblematico soprannome di Cativeria.

Napoleone era il nome di battaglia di Umberto Ricci, gappista volante, di 22 anni. Morto impiccato a Ravenna, il 25 agosto 1944 presso il Ponte degli Allocchi (oggi Ponte dei Martiri).

Napoleone, Natalina Vacchi, Candida Bondi, Sultana, Silvio Corbari… questi alcuni ed alcune dei protagonisti delle storie che vengono raccontate credendo che il ricordo e la Memoria siano bene prezioso per non dimenticare, affinchè diventino strumenti per costruire un presente migliore.

Sporte di paglia a nascondere pistole, nascondigli in mezzo ai campi o nelle soffitte, travestimenti, tradimenti e torture: aneddotica e storiografia si alternano in una serie di racconti di gente che “ha dovuto fare la guerra perché non voleva più la guerra”.